Cronaca

Cisterna. Maghi e magheggi. Mauro Grassi (Federconsumatori): «È spesso la televisione a fare da veicolo ad un mestiere vietato per legge»

02/05/2002

Questa volta l'allarme parte da Cisterna e a lanciarlo è la locale sezione
della Federconsumatori.
«Il sedicente "Mago Malleus"», dice Mauro Grassi, «è solamente uno dei 25mila operatori
dell’occulto che coinvolgono ogni anno 10 milioni di italiani, per un giro d’affari di circa
5 miliardi di Euro (97% esentasse!).
Anche questa volta la televisione è stata un veicolo incontrollato di pubblicità per
l’esercizio di un mestiere vietato dalla legge (Art. 121 TULPS: "è vietato il mestiere di
ciarlatano").
Nel condannare le vergognose violenze che in questo caso sarebbero state commesse anche
nei confronti di minori, è bene rilanciare la necessità, per il sistema radiotelevisivo,
di dotarsi di un rigidissimo codice di autoregolamentazione che impedisca la sopravvivenza
ed il proliferare di tali ignobili speculazioni. Ricordiamo che la Federconsumatori
ha istituito uno sportello di denuncia "Allarme ciarlatani" che risponde al seguente numero 340-7891078».

Rita Bittarelli

    Tag

    Cisterna

    Articoli correlati

    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE