Eventi & Cultura

Cisterna. Il Movimento Ecologista festeggia la Giornata della Terra

19/04/2002

20 aprile 2002: con il Movimento Ecologista invita a festeggiare la giornata della Terra. La "Giornata della Terra", lo Earth Day, è nata nel 1970 negli Stati Uniti. Trent'anni fa venti milioni di cittadini si mobilitarono nelle principali città e fecero sentire alla opinione pubblica e alla politica la necessità di tutelare la terra in cui viviamo: l'introduzione del Clean Air Act (la legge sugli standard di qualità dell'aria) e la creazione, tre anni dopo, dell'Environmental Protection Agency dimostrano che quel primo Earth Day raggiunse il suo scopo. Dal 1990 l'Earth Day non fu più un fenomeno solo americano e, nel 2000, coinvolse 3200 gruppi di 167 Paesi. Quest'anno il Movimento Ecologista vuole ricollegarsi a un'iniziativa, che si realizza in tutto il mondo e invita tutti gli italiani a celebrare nelle loro città la giornata mondiale della Terra, una giornata che chiama tutti noi a esercitare la nostra parte di responsabilità. Il Movimento Ecologista chiama a partecipare tutti i cittadini preoccupati per lo stato di salute del nostro Pianeta; per l'uso dissennato delle risorse e per l'aggressione ai suoi delicati equilibri, troppo spesso praticati in nome del liberismo e del mercato; per una "crescita" da cui restano esclusi i tre quarti della popolazione della Terra; per un futuro che ruberemo ai nostri figli se non si imboccherà con decisione la via dello sviluppo sostenibile. La tragedia dell' 11 settembre non è anche figlia di una globalizzazione iniqua, che perfeziona i metodi della spoliazione? E i milioni di individui di una specie - quella umana - che migrano dalle regioni della fame verso la speranza di una vita meno penosa non rappresentano una drammatica vicenda ecologica? "Anche nel nostro Paese gli ultimi indirizzi del Governo - cementificazione e abbattimento delle regole di salvaguardia e di modernizzazione - determinano nuove preoccupazioni, analoghe a quelle generate dalla costante difesa dei diritti dei più forti e dalla riduzione delle garanzie per tutti, che appare il tratto maggiormente connotante l'azione delle destre. "Per questo ci rivolgiamo all'Ulivo e alle sinistre: le grandi tematiche ambientali possono essere un fondamentale spartiacque rispetto alla cultura e alla pratica delle destre e alla loro volontà di consegnare al mercato le scelte più importanti per noi e per il nostro futuro".

Rita Bittarelli

    Tag

    Cisterna

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE