Economia

Fondi. Claudio Fazzone scrive a Bruno Vespa: «Fu così pronto a documentare il caro prezzi. Venga ora a raccontare la crisi degli agricoltori»

20/03/2002

Claudio Fazzone, presidente provinciale del consiglio regionale, ed esponente di punta
di Forza Italia ha scritto a Bruno Vespa per denunciare la situazione del locale
mondo agricolo, non mancando di sottolineare l'ennesimo caso di informazione non
proprio corretta.
«Dopo aver registrato l’allarme per il caro prezzi dei prodotti ortofrutticoli, verificatosi all’inizio dell’anno», scrive
Fazzone, «oggi un’altra grave calamità si abbatte nel settore agricolo: i prezzi alla produzione calano e gli agricoltori sono costretti a distruggere gli ortaggi perché il prezzo di vendita è notevolmente inferiore a quello di produzione.
Pesanti le perdite per le centinaia d’imprese agricole che operano nella Piana pontina, i quali hanno ragione ad agitarsi esprimendo il loro grave disagio economico.
Il livello di guardia, al quale è giunto il settore agricolo, impone tutti ad una seria riflessione sugli interventi da praticare. Ritengo che l’agricoltura non possa essere considerata la “cenerentola” dell’economia: va riconosciuto che essa costituisce un valido serbatoio per il lavoro e non pochi sono i giovani che sempre in maggior numero si dedicano alla coltivazione della terra, dopo il quasi esaurimento dell’offerta lavoro rappresentata da altri settori dell’economia.
Non posso però rimanere indifferente di fronte al silenzio assordante registrato dalle Tv nazionali: tutti ricordiamo quello che avvenne a fine gennaio, con i Tg e la trasmissione popolarissima da Lei condotta, “Porta a Porta” ad informare sui caro-prezzi, ma, allo stesso tempo, danneggiando il settore agricolo già duramente colpito per le gelate e l’assenza d’acqua.
Oggi però, di fronte all’inversione del fenomeno, che vede in ogni caso perdente il produttore agricolo, il problema non fa notizia e audience.
Come mai Dottor Vespa Lei non sente il dovere di parlarne? Venga ora a filmare e ad intervistare i protagonisti di questa ulteriore grave sciagura. Si renderà conto di persona cosa significa la sofferenza che patisce chi vede distrutte, con i loro raccolti, speranze e pane per le proprie famiglie».


Mauro Cascio

    Tag

    Fondi

    Articoli correlati

    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE