Economia

Latina. Regione-Camera, sinergie per lo sviluppo. Claudio Fazzone incontra la Giunta Camerale. Patto su porto di Gaeta, viabilità e formazione

09/03/2002

Claudio Fazzone, presidente del Consiglio regionale del Lazio, ha incontrato la Giunta
camerale alla presenza del presidente Alfredo Loffredo. Una riunione operativa che scaturisce
dalla necessità di rendere partecipato il percorso per l definizione della nuova Costituzione
del Lazio, lo statuto.
Le Camere di Commercio sono individuate come bracci funzionali sul territorio per lo sviluppo
economico.
L’incontro è stata l’occasione per definire i terreni di collaborazione tra la Regione e la
Camera di commercio a fronte della disponibilità del presidente del consiglio di attivare
tutte le forme di sinergia possibile per consentire un nuovo modello di sviluppo della
provincia.
La Regione ha dato la sua disponibilità a partecipare, attraverso Agenzia di Sviluppo del
Lazio. All’Aspo (azienda speciale per il porto), partendo dalla definizione dei compiti di
quest’ultima cui è demandata la promozione, la progettazione e lo sviluppo della
infrastruttura mentre la gestione dovrebbe essere affidata ad una struttura privatistica
in cui il ruolo di raccordo dovrebbe essere svolto dal Comune di Gaeta come ente territoriale
di riferimento. Una proposta importante perché consente di superare una serie di
incomprensioni che ostacolavano il rilancio di questa infrastruttura di servizio a tutto
il Lazio meridionale.
La stessa Regione individua come interlocutore nella alta formazione professionale la
Step, il centro creato dalla Camera di Commercio a cui partecipano associazioni d’impresa
e amministrazioni locali.

Pag.n.2
L’altro punto toccato è quello relativo agli interventi di bonifica del sito industriale
dismesso della Goodyear di Cisterna, il presidente del consiglio regionale ha espresso
l’intenzione della Regione di farsi carico in proprio attraverso i fondi dell’obiettivo 2
delle opere di bonifica dell’area. In questo quadro, ha confermato il proprio accordo per
il riconoscimento dei distretti industriali per i settori agro-alimentare e farmaceutico.
Da tempo il mondo delle imprese della provincia di Latina e gli enti locali stanno chiedendo
un quadro di riferimento certo per gli interventi sulla viabilità.
Claudio Fazzone ha colto l’occasione per fare il quadro degli interventi in corso.
Per la statale dei Monti Lepini, 156, si sta già procedendo all’occupazioni delle aree e
sono disponibili per l’apertura dei cantieri risorse finanziarie pari a 470 miliardi.
La Regione ha stanziato 600 milioni per la progettazione della definitiva bretella
Aprilia-Cisterna-Valmontone. È stato anche affidato l’incarico dello studio per il tracciato
della Fondi-Ceprano intesa come arteria di collegamento veloce tra Fondi e l’autostrada.
Sono in via di definizione gli interventi per il raddoppio della Pontina e per quello
dell’Appia (l’unica arteria pontina che resta in carico allo Stato centrale, tutte le altre
sono state decentrate alla Regione). Quest’ultimo intervento riguarda il tratto da Formia fino
all’imbocco del tunnel di Terracina.
Quest’opera completerà il percorso che parte con la pedemontana di Formia per cui sono in
corso le procedure per attivare gli interventi per il secondo tratto dell’arteria fino ai
"25 ponti".
Entro tempi brevi, (la prossima estate), infine dovrebbe aprire la Frosinone-mare. Nella
prima fase ad una corsia.
Per quanto riguarda il mercato dei fiori di Aprilia Fazzone ha espresso il suo sostegno al
progetto presentato dalle associazioni agricole di trasformare il sito in un centro di
raccolta e smistamento delle merci nell’ambito della rete laziale di distribuzione e
commercializzazione dei fiori, in maniera compatibile con la struttura prevista a Roma.

Mauro Cascio

    Tag

    Latina

    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE