Cronaca

Minorati di vista: un odg di Danilo Martelli

30/06/2000

Il Consiglio provinciale ha approvato all'unanimità, un ordine del giorno presentato dal capogruppo di Forza Italia, Danilo Martelli, con cui si invita il Consiglio regionale a riformulare l'art.4 della legge 14 gennaio 1987, n. 8 istitutiva del Centro regionale S. Alessio - Margherita di Savoia per Ciechi, che è l'unica struttura pubblica presente nel Lazio che opera a favore dei minorati di vista.
L'iniziativa di Forza Italia per una modifica dell'articolo di legge in questione, intende consentire anche alla Province di Latina, Frosinone, Rieti e Viterbo di avere un proprio rappresentante nel consiglio di amministrazione del Centro regionale S. Alessio - Margherita di Savoia per Ciechi, in analogia con quanto già avviene per la Provincia di Roma.
Inoltre la richiesta modifica è tesa anche a permettere all'Associazione Nazionale Privi della Vista ed Ipovedenti ed all'Associazione italiana Retinite Pigmentosa e Ipovedenti, di essere presenti nel consiglio di amministrazione insieme all'Unione Italiana Ciechi.
Il Consiglio provinciale è stato unanime nell'approvazione dell'ordine del giorno, stante l'attualità del problema da esso sollevato. Infatti sono in costante aumento le persone affette da gravi menomazioni visive, cosicché il numero dei ciechi totali e parziali nel Lazio è ormai di circa 10.000 unità e le persone ipovedenti, con un residuo visivo non superiore a 3/10, sono almeno 50.000. Da qui la ravvisata necessità di istituire qualificati centri di riabitazione visiva di orientamento, formazione ed educazione capaci di offrire il necessario sostegno all'integrazione sociale, culturale e lavorativa alle persone con disabilità visiva e - nel contempo - promuovere il decentramento dei servizi e dell'attività del Centro regionale S. Alessio - Margherita di Savoia per Ciechi, in tutte le province della regione, con la creazione di sedi ed uffici decentrati.

Mauro Cascio


    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE