Eventi & Cultura

Cisterna. Ettore Scaini presenta «Nei ricordi, l’amore e poi...»

08/02/2002

«Nei ricordi, l’amore e poi...» è l’ultima fatica dell’instancabile Ettore Scaini.
La sua terza raccolta di poesie sarà presentata oggi,
8 febbraio, alle ore 11 in un convegno organizzato dall’Istituto di Istruzione Superiore
"W.O.Darby" in collaborazione con il Comune di Cisterna di Latina - Assessorato alla Cultura
e Pubblica Istruzione.
Si inizierà con il saluto del Sindaco di Cisterna Mauro Carturan a cui farà seguito
l’introduzione della Preside dell’I.I.S. "Darby", Gelsomina Gonnella, mentre relazionerà
sulla particolarissima personalità di Ettore Scaini e sulla sua produzione poetica
Rino Caputo, professore di Letteratura Italiana al DAMS della Seconda Università di Roma
"Tor Vergata".

«Un poeta dell’Agro Pontino canta settanta storie e lo seguiamo come un cantastorie
che di ora in ora passa attraverso settanta anni di vicende - scrive Stanislao Nievo
nell’introduzione dell’opera -. Ettore è vero poeta, con lati e bassi che tirano fuori
dalle parole l’attenzione di un istante rivivendo - ansie e sorrisi nei turni di luna».
«Un appuntamento con Ettore Scaini - afferma il critico Annamaria Iacapraro - è sempre
un appuntamento appassionante con la poesia ed in questo caso un appuntamento lungo
quanto una vita. Attraverso le immagini liriche che egli crea attingendo alla sua memoria,
ci si delinea il quadro di una vita, intensamente vissuta, ricca di eventi ed emozioni,
di volti e sentimenti. Primo tra tutti, l’amore».

E veramente intensa è la vita di Ettore Scaini, nato a Gradiscutta di Varno (Udine) il 13
dicembre 1914.
Intrapresi gli studi presso il Collegio dei Frati Minori Conventuali a Padova, nell’ottobre
del 1933 si trasferisce con la famiglia nell’Agro Pontino. Assunto presso l’Azienda
Agraria dell’Opera Nazionale Combattenti e Reduci di Borgo Piave, vi rimane fino al servizio
di leva. Dopo il congedo lavora nell’Azienda di Latina dell’Istituto Nazionale delle
Assicurazioni sino al richiamo alle armi per gli eventi bellici. Dopo aver combattuto
nei Balcani nella Seconda Guerra Mondiale, rientra a Pescia (PT) e poi, dopo aver militato
all’interno di formazioni partigiane, si stabilisce a Cisterna dove si impegna in favore
della comunità locale su incarico della Pontificia Opera Assistenza e come consigliere
comunale e membro del comitato provinciale. Intanto intraprende una importante attività
vivaistica. Queste caratteristiche gli meritano il conferimento della "Croce d’Oro
Lateranense" sotto il Pontificato di Giovanni XXIII.
Insignito di Medaglia d’Oro per i servizi prestati nelle commissioni agricole alla C.C.I.A.A.
di Latina e della Croce di Cavaliere al merito della Repubblica dal Presidente del Consiglio
Aldo Moro. Dal 1971 è Presidente del Fogolar Furlan di Latina e Agro Pontino, nel 1995
il Presidente della Repubblica Luigi Scalfaro gli conferisce il premio "Giovanni da Udine"
quale personalità di spicco tra i friulani residenti nel Lazio.
È fondatore e Presidente dell’associazione culturale "Oasi dell’Antica Ninfa" con la quale
ha intrapreso una serie di incontri e confronti culturali con molti studenti di istituti
pontini.
Nel 1989 presenta la sua prima raccolta di poesie "Tempo di maggio" per la quale ottiene
la "Segnalazione di merito" al "Premio Nazione di Poesia Città di Pontinia". Nel 1995 è
la volta della seconda raccolta "Per riaffacciarti ancora" a cui seguono vari
riconoscimenti da concorsi e premi letterari. Infine nel febbraio 2002 la terza raccolta
di poesie, che verrà presentata oggi.

Rita Bittarelli

    Tag

    Cisterna

    Articoli correlati

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE