Economia

Sermoneta. Scongiurata la chiusura della Catis

31/01/2002

Scongiurata, per il momento, la chiusura della Catis, l'azienda di via del Murillo
a Sermoneta Scalo, preannunciata nei giorni scorsi dalla proprietà. In un incontro
avvenuto in prefettura alla presenza di Antonio Reppucci, i rappresentanti sindacali
e quelli aziendali hanno convenuto di sospendere la chiusura dell'unità produttiva di
Sermoneta Scalo. Per il segretario provinciale della Uilm Roberto Caccavello si tratta
di un momento significativo per la salvezza del posto di lavoro per i dipendenti
sulle soglie del licenziamento: «Insieme ai colleghi della Fim, della Fiom e della Ugl
abbiamo convenuto, con l'avvocato Rapanà, consulente legale della Catis, con Bruno Caruso,
procuratore delegato e Maria Grazia Tasciotti in rappresentanza dell'Associazione Industriali:
sospendere fino al 17 febbraio prossimo la procedura di mobilità per 47 dipendenti;
attivare, a partire da lunedì 4 febbraio, le procedure per una attenta e dettagliata analisi
sui temi e metodi di produzione nonché di organizzazione del lavoro. Noi come rappresentanti
dei lavoratori abbiamo deciso di accettare questa sfida ma abbiamo chiesto all'azienda di
garantire il flusso continuo del materiale da lavorare per evitare ritardi nella produzione
con ripercussione, quindi, sul costo orario del lavoro. Ci rivedremo in Prefettura il 18 febbraio
per fare il punto sui risultati ottenuti e firmare così l'accordo definitivo. L'impegno delle organizzazioni
sindacali rimane quello della salvaguardia dei posti di lavoro di una delle aziende più
vecchie della zona pontina in modo da non svuotare ulteriormente il bacino produttivo
della provincia di Latina».

Rita Bittarelli

    Tag

    Sermoneta

    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE