Cronaca

Un lido di serie B che lotta per non retrocedere, quando i vertici della "squadra" parlano di Terme e di scudetto

21/08/2000

Telecamere sul lido di Latina. A sentire parlare parte della classe politica locale alla marina sono legate a doppio filo la maggior parte delle speranze di sviluppo economico della città. Il registro delle buone intenzioni comprende, in rigoroso ordine sparso, la rivalutazione della marina, il piano spiaggia, il piano colore, le Terme, il parco tematico. Una passeggiata al lido è però sufficiente per dividere propositi e realtà. Un doveroso distinguo, del resto. Le idee ed i progetti lasciano il posto a storie di ordinario degrado, a scorci degni delle peggiori periferie del napoletano, a diffuso squallore e democratica sciatteria. Piazza Foce Verde, per esempio, sulla carta era un salotto della città, uno dei fiori all'occhiello della Giunta Finestra. Cosa sia in realtà è sotto gli occhi di tutti: una fontana di lamiere contorte che ormai è solo un pericolo, lampioni rotti, panchine a pezzi. Un lido di serie B che lotta per non retrocedere e i vertici della squadra parlano di Terme e di scudetto. E tu non sai se è ingenuità o malafede.

Mauro Cascio



    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE