Economia

Latina. Il Fiolp sottoscrive un’intesa con la Cgil: in discussione un contratto di lavoro. Un passo per il riconoscimento della nuova professione

08/11/2001

Primi e chiari segnali del riconoscimento della professione di tecnico per la prevenzione dei
comportamenti a rischio.
Nei giorni scorsi, infatti, il Fiolp (la Federazione nazionale professionisti e tecnici addetti
alla prevenzione dei comportamenti a rischio, nata proprio nella nostra città) ha stretto
la prima importante intesa con una delle confederazioni sindacali più importanti in Italia:
la CGIL.
Il presidente nazionale del Fiolp, Marco Ghirotto, e il responsabile della CGIL NIDiL
(nuove identità di lavoro) del Lazio, Michele Bonacci, hanno sottoscritto un’intesa atta a
garantire una chiara e riconosciuta identità ai lavoratori della prevenzione e del controllo
sociale.
In particolare, si legge nell’intesa, gli obiettivi che dovranno essere perseguiti riguardano
l’ottenimento di norme legislative e contrattuali per regolamentare e rendere concrete le
tutele ed i diritti per la categoria dei lavoratori che operano nel settore, l’individuazione
di criteri per definire i profili professionali degli addetti al settore e la definizione di un
contratto tipo di settore, valido su tutto il territorio nazionale.
Inoltre, la CGIL si è impegnata a promuovere gli incontri istituzionali necessari (Ministeri,
Prefetture, Questure, Enti Locali e associazioni datoriali) per affermare regole, trasparenza
e qualità del servizio.
Soddisfatto il presidente del Fiolp, Marco Ghirotto.
«Un altro piccolo tassello è aggiunto - ha affermato il presidente - Da tempo chiediamo il
riconoscimento e lo status di lavoratore addetto alla prevenzione e al controllo sociale.
Attraverso questa intesa si gettano le basi per un cammino che darà sicuramente
nell’immediato i primi e importanti frutti».
Anche Michele Bonacci ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa.
«In un periodo dove la sicurezza non è mai troppa e dove il lavoro sommerso è difficilmente
quantificabile, ben vengano federazioni come il Fiolp. Credo che non ci sia più tempo per
l’improvvisazione e per il lavoro nero e solo così si potrà assicurare qualità del servizio e
regolarizzazione di un settore in crescente evoluzione, con personale adeguatamente formato
e specializzato».

Mauro Cascio

    Tag

    Latina

    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE