Eventi & Cultura

Al MadXI un viaggio tra le arti contro la violenza sulle donne.

L’arte è da sempre un mezzo potente di comunicazione; un’arte capace di consolare, provocare, raccontare, denunciare, arrivando fino al fondo dell’anima.Il 25 novembre si invita a riflettere sulla piaga sociale della violenza sulle donne.

23/11/2021

L’arte è da sempre un mezzo potente di comunicazione; un’arte capace di consolare, provocare, raccontare, denunciare, arrivando fino al fondo dell’anima.

Il 25 novembre, giornata in cui si invita a riflettere sulla piaga sociale della violenza contro le donne, MadXI insieme con Associazione Flumen, invitano a compiere un viaggio tra le arti, dove si fondono teatro, arte visiva e musica. L’Associazione Pharmilia, il Centro Donna Lilith e Quarto Lato sostengono l’iniziativa; Pharmilia ci informerà sul Progetto Mimosa, Farmaciste Insieme, di cui è referente sul territorio di Latina e provincia, insieme alla fondazione Vodafone per contrastare la violenza contro le donne e prendere come punto di riferimento la farmacia per essere un primo canale di informazione e denuncia.

Il racconto artistico inizierà dalle opere di Laura Mega, visual artist e scrittrice, che opera tra Roma e New York, che ci proietteranno in un universo surreale e provocatorio.

I lavori inseriti nella mostra “I HAVE A DREAM” a cura di Carla Vaudo, realizzati nello stile inconfondibile dell’artista, che usa materiali legati tradizionalmente alla sfera “femminile” (lenzuola di lino, ricami, ceretta da epilazione e timbri), sono nati come critica alle politiche sull’immigrazione di Donald Trump, per poi trasformarsi in un grido accorato nei mesi di reclusione forzata della pandemia, nel tentativo di non perdere l’orizzonte della speranza.

Ingresso libero per la mostra e la collezione d’arte del museo ma anche per la performance di Stefania Romagna a cura di Fabio D’Achille, che ci condurrà attraverso la solitudine, l'indifferenza e l'incomunicabilità del dolore. L'artista spingerà lo spettatore in un terreno poco rassicurante, in cui le emozioni prenderanno il sopravvento, fino a generare uno scuotimento emotivo che culmini con la liberazione, la “SCHIUSA”. Un'azione potente, in cui il linguaggio del corpo viene esaltato da loop musicali e effetti sonori. Nella pausa intorno alle 20:00 sarà possibile fare un apericena o comunque usare il bar tavola calda del consorzio.

Chiude la serata la musica di DOS, Duo Onirico Sonoro, con Annalisa De Feo e Marco Libanori, che darà vita ad un universo sonoro coinvolgente e colorato, in cui i suoni acustici si uniscono a quelli elettronici e alle percussioni dal sapore teatrale e tribale, dove la voce, rimanendo suono puro e incontaminato, diviene a sua volta strumento. Le loro composizioni sono il frutto di percorsi che affondano le radici nella musica classica, balcanica, argentina, jazz, d’ avanguardia, diventando motivo di suggestioni intime, luoghi del fare e sodalizio tra le arti. L’ingresso al concerto è a sottoscrizione (5€).Per info e prenotazioni tel. 393.3242424 (whatsapp) eventi@madarte.itAl MadXI il nuovo allestimento espositivo prevede i contributi artistici di Paola Acciarino, Amalia Caratozzolo, Alessio Pistilli, Luigi Menichelli, Claudia Chittano, Evita Andujar, Jamila Campagna, Giovanna Campoli, Piero Sanna, Alessandro Bavari, Silvia Sofia Rosa, Anna Laura Patané oltre la collezione permanente di artisti contemporanei e la mostra "BANtologica" di Sergio Ban.

Il Museo Contemporaneo MadXI è all’interno del Consorzio per lo Sviluppo Industriale Roma-Latina in via Carrara 12/A a Tor Tre Ponti, nella zona dell’asse industriale a Latina Scalo.

 

Redazione ParvapoliS

    Tag

    Cultura

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE