Eventi & Cultura

L’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Latina, l'ing. Emilio Ranieri, promette un sostanzioso aiuto da parte del suo Assessorato.

Sempre più vicini alla realizzazione della Casa della Musica e delle Arti a Latina

16/10/2019

Abbiamo incontrato l'Assessore Ai Lavori Pubblici del Comune di Latina, ing. Emilio Ranieri durante il convegno tenutosi lo scorso 11 ottobre presso la sala conferenze dell'Hotel Europa di Latina.
L'incontro, promosso anche dalla sezione locale dei Lions, è stato estremamente interessante anche per strappare una promessa di sinergia e aiuto da parte del Comune di Latina e dell'Assessorato ai Lavori Pubblici del Comune di Latina, ing. Emilio Ranieri.
L'Assessore ha garantito il suo supporto logistico e fattivo alla realizzazione della Casa della Musica e delle Art a Latina negli spaziosi locali dell'ex Consorzio Agrario.
In effetti, a rappresentanza del Comune di Latina lìAssessore Ranieri ha già firmato lo scorso giugno un protocollo d'intesa col Mibact con cui l'Ente si impegna a procedere al bando pubblico per l'affidamento del progetto esecutivo.
La Giunta Coletta, dopo anni di fermo e il primo emendamento Moscardelli e PD approvato nell'era Di Giorgi nel 2011, ha rimesso mani al progetto anche in virtù del finanziamento arrivato dal Mibact. L'Assessorato Lavori pubblici ha dato il via a tutti i passaggi tecnici che possano permettere di siglare la convenzione che disciplini tempi e modi di attuazione dell'opera.
Per la progettazione è stato anche acceso un mutuo. Il finanziamento permetterà di restaurare in modo completo e definitivo la struttura affidando i lavori con un bando euroopeo, per continuare tutte le attività di catalogazione e raccolta già presenti nel Dizionario della Musica - DMI.
Si spera che a breve possa diventare un polo culturale attrattivo per i giovani che potranno crescere incontrarsi nel nome della musica e dell'arte.
Lo stesso Sindaco di Latina, dott. Damiano Coletta, intervenuto durante il Convegno, ha espresso soddisfazione per l'apporto dato dall'Ente al progetto, anche in sintonia da quanto siglato dall'Assessorato Lavori Pubblici.
L'opera della casa della Musica va a immettersi in quel piano di riqualificazione culturale a cui sta dando vita l'amministrazione culturale di Latina che darà vita alla Città della Cultura.
Il Sindaco ha ricordato l'annosa vicenda del teatro D'Annunzio ancora in via di ristrutturazione, visto che una città civile si misura anche dalla presenza di un teatro.
Il Sindaco Coletta ha parlato anche altri progetti come quella della Biblioteca riqualificata con un finanziamento della regione Lazio, l'ex Mercato annonario dove verrà presentato uno studio di fattibilità per farlo diventare una Città del gusto., l'ex Garage Ruspi che diverrà sala esposizione e biblioteca e l'edificio dell'ex Catasto con la possibilità di acquistare per riqualificarlo in una visone di una città culturale.
Si sta partecipando al bando per l'ex Banca d'Italia dove il Comune di Latina farà un'offerta non vincolante con un mutuo da attivare tra i 3 e i 5 milioni di euro.
Occorre dare alla collettività degli spazi dove poter fruire della bellezza.
Il tutto sempre secondo le possibilità economiche della amministrazione.
Tutti i mutui della città sono stati rinegoziati con cassa Depositi e prestiti. In tal modo c'è stato un risparmio di 10 milioni di euro nei prossimi 20 anni. Si stavano pagando dei mutui, ben 86, su opere mai realizzate.
Si risparmieranno 10 milioni di euro e ci sono già 600 mila euro da poter investire.
In questi anni sono stati pagati 13 milioni di euro di debiti fuori bilancio.
Il Sindaco Coletta, da anni amico del Maestro paradiso, ne ha subito sposato la sua idea di casa della Musica e quindi ha agevolato uan serie di interventi a favore del suo progetto della Casa della Musica.
Il 9 febbraio 2017, con governo Gentiloni e Ministro dei beni Culturali Franceschini, ci fu la possibilità di finanziamenti per la Casa della Musica.
Il progetto fu presentato e poi accettato per far sviluppare a struttura dell'ex Consorzio Agrario in Casa della Musicacon al suo interno il Dizionario della Musica, spazi per l'alta formazione musicale, produzione. Un vero e prorio vero per la produzione, formazione, sperimentazione in sinergia col Liceo Musicale, il Conservatorio, la Fondazione Campus Internazionale di Musica.
Intorno a questo polo tutte colalborazioni con realtà importanti e associazioni musicali che hanno una loro storia a Latina.
Il finanziamento del Mibact è di 2 milioni, mentre il Comune di Latina stanzierà 1.5 milioni di euro, con una delibera che partirà nei prossimi giorni.
La volontà politica è espressione della città, di avere l'opportunità di avere uno spazio e contenuti grazie ai quali crescere come collettività per tornare a godere insieme della bellezza dell'arte.
Grazie alla tenacia del Maestro paradiso tutto ciò sarà a breve possibile, col massimo impegno dell'amministrazione comunale per regalare questo sogno alla cittò di cui potranno godere tutte le prossime generazioni.

Redazione ParvapoliS


Altre notizie di eventi & cultura

ELENCO NOTIZIE