Eventi & Cultura

R.D.C. RAINY-DAY CANAPÉ

Opening 8 Giugno fino al 28 Settembre 2019 LM Gallery Arte Contemporanea in via Vincenzo Monti 8, Latina

01/06/2019

Riflettori puntati sulla LM Gallery di Latina per il nuovo evento che sarà inaugurato sabato 8 giugno, intitolato "R.D.C. Rainy - Day Canapé". Una collettiva di cinque giovani artiste di fama internazionale, provenienti da diversi Paesi del mondo, alcune delle quali per la prima volta in Italia: Stephanie Hier, Yelena Popova, Tess Williams, Tahnee Lonsdale e Hannah-Sophie Dunkelberg. Saranno le loro creazioni, che spaziano dalla pittura alla scultura, ad impreziosire fino al prossimo 28 settembre la galleria diretta da Lea Ficca e Matteo Di Marco.

La mostra vuole raccontare la visione di una nuova generazione di artiste donne che narrano la propria contemporaneità da una prospettiva tutta femminile, da cui traspare un approccio profondo, intimista e sensuale. La dimensione privata dell'esposizione è però contrastata dalla dimensione delle opere presenti, molte inedite, tutte di medio e grande formato. Il forte impatto scenografico ed emotivo dei dipinti e delle sculture costringe chi osserva a soffermarsi per uno sguardo lento e attento, senza comunque privarlo del godimento estetico che l'opera d'arte offre.
"Rainy-Day Canapè" fa riferimento al titolo di un'opera di Dorothea Tanning, celebre pittrice, scultrice e poetessa statunitense, conosciuta per i suoi lavori surrealisti, di cui ha poi sfidato i limiti per superarli. Dopo una fase iniziale di maggior manierismo pittorico, vissuta all'ombra della figura del marito Max Ernst, la Tenning ha trasposto ambiguità e pulsioni surrealiste in un linguaggio personale e innovativo, che nella scultura ha trovato la forma ideale. Alla ricerca di una emancipazione dalla pittura precedente, i successivi risvolti della sua indagine hanno condotto a esiti inaspettati. Ancora influenzata dal Surrealismo, ha però cercato una poetica che emancipasse anche il ruolo della donna nell'arte - al tempo ai margini - e che di questo esser donna portasse i segni nella forma stessa dell'opera: linee sinuose e aggrovigliate, silhouette morbide e cascanti costruiscono l'iconografia di una mano marcatamente e volutamente femminile, dai tratti curvilinei e sensuali.
La stessa sensualità si ritrova nei lavori delle cinque artiste in mostra, nelle quali è palpabile una femminilità non tenera, ma audace e carnale seppur sempre elegante. Tutte caratterizzate da una pratica non accademica e fortemente soggettiva, con cui instaurano nello spettatore la necessità di interrogarsi su temi che riguardano la vita domestica, i rapporti sociali e sentimentali e l'appropriazione di pratiche tradizionali più popolari come il cucito. I lavori in mostra pongono l'osservatore di fronte a mondi fatti di cromie calde e forme morbide e flessuose, apparentemente confortevoli, ma che tuttavia rivelano una realtà tutt'altro che rassicurante.
L'inaugurazione si terrà sabato 8 giugno alle ore 18,30. Prevista una degustazione di vini a cura dell'azienda I Pampini.
L'ingresso è libero.


Biografie Artiste
STEPHANIE HIER
Nata a Toronto nel 1992, vive e lavora a Broocklyn. Ha partecipato a numerose mostre collettive e personali presso gallerie come la Neochrome di Torino e altre gallerie a Glasgow, Miami. New York, Anversa e San Francisco. Ha vinto numerosi premi e residenze, l'ultima nel 2019 presso l'importante Salon Nino Mier a Cologne, progetto dell'omonima galleria. Tra le principali fiere ricordiamo la NADA a New York. Il suo lavoro parte dallo studio dei grandi maestri del passato, dai quali attinge nel realismo delle figure, coniugandolo però con i riferimenti al mondo contemporaneo, in particolare alla rapida proliferazione delle immagini digitali. La sua pittura è costruita su più livelli narrativi, che vanno scoperti passo dopo passo.

YELENA POPOVA
Nata nell'ex Unione Sovietica nel 1978, vive e lavora a Nottingham. Tra le principali gallerie che la rappresentano ricordiamo la Osnova gallery di Mosca, l'Etrangére di Londra e Phillip Von Rosen di Colonia. Ha partecipato a diverse fiere di rilevanza internazionale, come la Sunday Art Fair di Londra. Oltre ad aver vinto importanti premi, fa parte di collezioni come Arts Council Collection, Government Art Collection, RCA Collection (London) e la Saatchi Collection di Londra. La sua ricerca fonde gli elementi stilistici della tradizione russa di inizio Novecento, con quelli della cultura occidentale contemporanea, fusione che dà vita a installazioni di grande raffinatezza.
TAHNEE LONSDALE
Nata a Londra nel 1982, vive e lavora a Los Angeles. Attualmente lavora con gallerie importanti quali la galleria Della Sposa e la Roberta Moore di Londra e la De Buck di New York, con le quali ha partecipato a fiere importanti quali Zona Maco in Messico e London Art Fair. Sarà protagonista in una mostra al Torrance Art Museum di Los Angeles a giugno. Tra le tante pubblicazione a lei dedicate, è stata inserita nel libro "100 painters of tomorrow", un testo che propone 100 dei più interessanti artisti contemporanei su cui investire. I suoi dipinti contengono tematiche come la sessualità e la religione, che affronta con un tocco sensuale e tipicamente femminile e con uno stile personalissimo.
TESS WILLIAMS
Nata a Londra nel 1985, vive a lavora a Londra. Tra le sue gallerie ricordiamo la Nir Altman di Monaco e la Galeria Kernel di Caceres (Spagna). Fa parte di importanti collezioni come la Belvercar patrimonio di Valencia, la Cristopherson Collection di Leicester e The Corinthia di Londra. Nella ricerca la Williams, attraverso l'uso di materiali tessili e la pratica del cucito, indaga il ruolo della donna oggi, partendo da un'attività tradizionalmente femminile, come appunto quella del cucito.
Il suo interesse è rivolto in particolare alle interazioni tra forme e colori, che nelle sue opere sono il risultato di grandi collage dati dal riuso di tessuti inizialmente destinati ad altro.
HANNAH.SOPHIE DUNKELBER
Nata a Bonn nel 1987, vive e lavora a Berlino. Tra le mostre ricordiamo quelle presso la Glusglasshalle e la Schau Fenster di Berlino. Il suo lavoro ruota attorno alla possibilità del materiale, che modella creando delle trame sulle superfici e dando vita e dei rilievi, che trasformano questi dipinti in sculture bidimensionali.

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE