Eventi & Cultura

Il club Unesco di Latina a Roma per la sostenibilità ambientale

L’incontro conclusivo nel cuore della capitale, inquinamento da plastica e il suo abbandono, gli argomenti della settimana. Una targa al Club per l’Unesco di Latina per il buon lavoro svolto

25/11/2018

Ci sarà anche la delegazione di Latina, alla Galleria del Primaticcio di Palazzo Firenze a Roma, lunedì 26 novembre, per la chiusura della Settimana Unescodi Educazione allo Sviluppo Sostenibile che quest'anno si è occupata dell'inquinamento della plastica ed in modo più specifico di "Abbandono della plastica".  Durante la giornata sarà lanciata la Campagna 2018-2019 "Fuori dalla plastica: un percorso da costruire", e si terranno anche le premiazioni delle scuole vincitrici della prima edizione del concorso "CNES - Agenda 2030 Scuole Sostenibili" 2017-2018, che ha avuto per tema "Cambiamenti Climatici e Migrazioni". In fase preparatoria alla Settimana di Educazione allo Sviluppo Sostenibile si è tenuto sabato 10 novembre, presso la sala la Sala Convegni della Stazione Termini a Roma, organizzato dalla FICLU (Federazione Nazionale Associazioni, Centri e Club per l'Unesco), il corso di formazione per i Presidenti e Soci dei Club italiani. A relazionare per Latina il presidente Mauro Macale che ha illustrato il problema dei rifiuti solidi in mare con tutte le problematiche annesse sviluppando gli obiettivi 6 (acqua pulita e igiene) e 14 (la vita sott'acqua) dell'Agenda di Parigi 2030 per lo sviluppo sostenibile. Sono 17 gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e 169 i sotto obiettivi da raggiungere entro il 2030. Durante i lavori si è riconosciuta la sostenibilità dei processi di sviluppo e la necessità di una coerenza di politiche e comportamenti nazionali e globali di educazione alla sostenibilità. A sostegno dell'importanza di valorizzazione dei luoghi nell'ambito del programma MAB (Man and the Biosphere), "L'uomo e la biosfera", avviato dall'Unesco nel 1971 per promuovere su base scientifica un rapporto equilibrato tra uomo e ambiente attraverso la tutela della biodiversità e le buone pratiche dello Sviluppo Sostenibile, il Club per l'Unesco di Latina ha proposto diversi luoghi da salvaguardare. Nella giornata, la Presidente della FICLU Maria Paola Azzario ha consegnato al Club per l'Unesco di Latina, nelle mani del Presidente Mauro Macale, una targa di riconoscimento per l'impegno e l'ottima organizzazione dell'evento. La fine del 2018 vedrà il Club per l'Unesco di Latinaimpegnato, sul fronte nazionale e locale, in diverse manifestazioni e nell'assemblea annuale che si terrà i primi di dicembre, occasione per progettare gli eventi del prossimo anno. 

 

 

 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE