Eventi & Cultura

Festival pontino del Cortometraggio, la nostra giurata

Le impressioni e le emozioni della nostra Roberta, giurata nella Corto Press

07/12/2017

Non è semplice riuscire a mettere dei pensieri, delle filosofie, delle convinzioni nero su bianco ed ancor meno dentro una pellicola.

Ma per alcune menti estrose, che da questa sera hanno iniziato a prendere parte alla XII edizione del Festival Pontino del Cortometraggio, è successo proprio questo.
In gara sette cortometraggi dei quali: tre italiani, uno spagnolo, uno argentino ed uno iraniano, tutti improntanti sul tema delle donne.
A giudicare i corti quattro giurie: la stampa, la giuria dei giovani (ragazzi che frequentano vari licei della città e non), la giuria degli esperti ed infine il pubblico (sempre sovrano).
Ore 20:30 si spengono le luci nella sala del Teatro Moderno di Latina ed inizia lo spettacolo.
Vari gli interventi durante la serata soprattutto per quanto riguarda la violenza domestica e il femminicidio, temi vicini ad ogni tipo di società. In particolar modo è stata sottolineata l'importanza della prevenzione nei confronti dei giovani, che saranno i "grandi" del domani.
Non è mai semplice giudicare un lavoro non fatto da se stessi, un lavoro per il quale altre persone hanno lavorato per mesi ed hanno messo forze e passioni dentro, l'unica cosa possibile è dare un umile giudizio su ciò che gli occhi vedono e il pathos percepisce.
"Vorrei che questo Festival fosse espresso in tutto il mondo. Ritengo che il Cortometraggio sia da utilizzare da un punto di vista sia sociale che politico. Per questo motivo abbiamo iniziato quest'anno a portare questi corti soprattutto nei borghi e nelle periferie, per arrivare a toccare le emozioni più profonde" così tiene a concludere l'organizzatore di questo fantastico Festival: Emerenziana Drigo.

 

Roberta Possamai


    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE