Eventi & Cultura

Viaggia con la fantasia o nella realtà?

12/01/2017

Forse sarà a causa del freddo pungente di questi giorni.La voglia di un po' di tepore e anche di un po' di tranquillità che in questi giorni sono, sempre più, un vero e proprio miraggio.
È stato automatico. Eravamo in redazione, ci siamo guardati e ci siamo interrogati sul perché non fare un servizio sulle vacanze, sui viaggi, sui costi e sulle mete più gettonate. Anche perché il periodo è propizio!
Ci sono due momenti estremamente convenienti per progettare e prenotare una vacanza: il "qualche mese prima" e il "last minute". Direi che in previsione di questa estate, siamo decisamente nella prima categoria temporale.
Con un bel po' di tempo di anticipo si può programmare meglio, riflettere e soprattutto -pagando anticipatamente- ottenere dei prezzi vantaggiosi.
Del resto la crisi, il terrorismo e i fenomeni geopolitici in genere, stanno minando il mercato turistico e la formula "pochi, maledetti e subito" (riferito ai soldi da incassare in cambio di una vacanza), è ben concepita e adottata anche dagli operatori turistici.
E se poi non posso andare? Che ne so cosa succede tra qualche mese?
Non poter usufruire di un viaggio programmato un bel po' di tempo prima non costituisce un grave problema, esistono delle forme assicurative che rimborsano quasi del tutto i soldi anticipati.
Altro dilemma: agenzia o fai da te?
Questo dipende da voi. Dipende dalle vostre capacità organizzative, dalla vostra esperienza da quanto siete bravi a navigare su internet (mezzo ormai imprescindibile dalle prenotazioni turistiche di spostamenti, alberghi e luoghi d'interesse) e dipende anche molto dal "prezzo" che date alla tranquillità. Molte persone, seppur "capaci", preferiscono avere un responsabile del proprio viaggio a cui far riferimento in caso di problemi o brutte sorprese.
Ovvio che il "fai da te" è più conveniente ma siamo davvero disposti a stare con un filo di tensione anche quando si stacca la spina per andare in vacanza?
In Italia o all'estero? Che dilemma! A seconda della risposta poi si rischia di essere catalogati come ottusi o sprezzanti del bel Paese.
Siamo in Italia. L'ombelico di quell'incrocio fantastico tra cultura, clima, mare, montagna, cibo... (devo continuare?)
Però è altresì giusto portare il nasone anche al di fuori del proprio orticello e allora capitali europee (alla scoperta di civiltà che noi umani non potevamo nemmeno immaginare!) e mete d'oltreoceano...una su tutte, New York.
Villaggio o crociera? Forse uno più castrante dell'altro. Però l'idea di andare a dormire in Francia e di svegliarmi in Spagna -per esempio- un po' mi solletica ma la limitatissima libertà di muoversi autonomamente e il dover rispettare orari fissi di imbarco (guarda che salpano anche se tu non sei a bordo!), beh... questo si scosta non poco dal mio concetto di vacanza in libertà.
Tre giorni, una settimana o due? Fate come se stessi urlando: "TUTTO QUELLO CHE PUOI!" Viaggiare è come leggere un buon libro che poi ti lascia qualcosa. Se se ne ha la possibilità, "viaggiare" è un imperativo come leggere e/o ascoltare musica, danzare, conoscere.
Musei o cannucce lunghe lunghe? E dai che le cannucce lunghe lunghe possiamo anche usarle a casa. Saremo stressati, stanchi però i nostri ritagli di tempo da dedicare al relax riusciamo a concederceli con cadenza più o meno regolare. Non si può scegliere di andare a dormire 12 ore continue al 18esimo piano della Madison Tower. E allora scarpe comode, abbigliamento adeguato e via. A guardare, ad osservare, a dialogare, ad assaporare, ad assorbire.
Questo però vale pure se ci si sposta da Latina su Roma...ma dai! Che dici? Vado in vacanza a Roma?
Forse sarebbe il caso. Avete mai visitato l'interno del Colosseo? E la Cappella Sistina? Siete mai stati sul "cuppolone"? Non è che di Roma conoscete solo Piazza di Spagna e il Policlinico Gemelli?
Forse non conta il dove andare, il come prenotare e il quanto spendere.
Contano i motivi. La voglia. Gli interessi.
A proposito, avete già controllato il calendario? Fatta esclusione di Pasqua -che anche quest'anno inspiegabilmente capita di domenica- ci sono davvero tanti ponti di cui poter approfittare.
2017, l'anno in cui il primo Maggio capita di lunedì.
Buon viaggio.

Pasquale Valiante


    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE