Politica

Il Referendum secondo Grillo: le ragioni del No

Anche a Fondi numerose attività di informazione. «Non si può giocare con i nostri destini e il nostro futuro»

20/10/2016

Con l'avvicinarsi della data del voto al Referendum, per la modifica della Costituzione Italiana, tutte le forze politiche, giustamente, si stanno attivando per far sì che i propri elettori possano esprimere un voto consapevole, organizzando Banchetti in Piazza. In tutta Italia ogni forza politica, con la propria identità, sta organizzando comitati.
Anche a Fondi ci si organizza, con un curioso particolare: i partiti di Maggioranza hanno organizzato il loro comitato per il "NO" come se fosse il comitato dell'Amministrazione Comunale con a Capo il Sindaco.
Il tardivo schierarsi, dei partiti dell'Amministrazione Comunale, sembra un tentativo di monopolizzare un risultato, quasi scontato a Fondi, dovuto alla consapevolezza dei cittadini che il Governo voglia stravolgere la costituzione con il tentativo, anche poco occulto, di appropriarsi di tanti poteri concentrandoli nelle mani del premier.
Gli attivisti del Meetup "Amici di Beppe Grillo di Fondi" rivendicando il loro impegno a sostegno del "NO" per difendere la Costituzione Italiana, ricordano che già dal mese di maggio, con i banchetti per la raccolta firme, sono in prima linea con una posizione chiara a contrastare lo scempio che Renzi ed i suoi alleati vogliono mettere in atto.
Con questo spirito nelle prossime settimane ci impegneremo a far conoscere le ragioni del "NO", incontrando i cittadini e spiegando loro come questa riforma tolga loro diritti e limiti la democrazia.
Il Movimento 5 Stelle pur consapevole del fatto che, in caso di vittoria alle elezioni, la modifica della costituzione voluta da Renzi gli conferirebbe un potere enorme, si oppone affinché sia impedita la sottrazione della sovranità nei confronti dei cittadini che non saranno più artefici del loro futuro.

Rita Bittarelli

    Tag

    Fondi

    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE