Sport

Vivarini: «Non è questa la nostra dimensione»

Il mister arrabbiato e deluso dopo il pareggio, ma fiducioso

24/09/2016

Vincenzo Vivarini

Si presenta giustamente non sereno e felice l'allenatore pontino, reduce da un ennesimo pareggio: 

«A Novara più applicazione e sacrificio, oggi non è stato così, sono arrabbiato. Per vincere ci vuole grande carattere e personalità, siamo entrati distratti e abbiamo continuato in questo modo per tutto il primo tempo. Soffriamo troppo le ripartenze avversarie e perdiamo troppi palloni in mezzo al campo».

«Questa la nostra dimensione? No, assolutamente no. Non me l'aspettavo questo risultato, i ritmi sono stati troppo bassi, stiamo giocando al di sotto delle nostre possibilità. Alcuni non sono al top della forma fisica e mentale».

«Pinato? Ha avuto un brutto infortunio al ginocchio, l'ho visto preoccupato, speriamo non sia nulla di grave. Reparto peggiore? A centrocampo serve più sostanza e qualità. Acosty ha qualcosa in più, una nota positiva insieme a D'Urso che sta facendo molto bene». Continua il mister:

«Panchina a rischio? Io penso a lavorare e sono concentrato sulle prossime partite. Con questo modulo dobbiamo correre tutti».

Anche Riccardo Brosco, autore, del goal commenta il pareggio maturato oggi:

«Dobbiamo fare di più a livello di squadra».

Il difensore neroazzurro è il capocannoniere con 2 reti realizzate.

«Non siamo andati benissimo, le occasioni le creiamo ma serve essere più concreti nell’insieme di gruppo. Tutti dobbiamo contribuire di più alla fase offensiva. Con una maggiore attenzione potevamo portarci i tre punti a casa. Adesso, da martedì, dovremo rimetterci a lavorare sodo in vista di Cesena: dobbiamo andare lì e fare la nostra partita”.

Alessio Cascio


Altre notizie di sport

ELENCO NOTIZIE