Cronaca

Cisterna, ecco la Tari

Avvisi in ritardo per colpa di Poste Italiane

01/06/2016

Non deve destare preoccupazione il finora mancato recapito dell'avviso di pagamento TARI, ovvero la tariffa sui rifiuti per l'anno 2016.

Si tratta infatti di avvisi bonari relativi alla prima rata a tutt'oggi non ancora recapitati da Poste Italiane Spa ai cittadini cisternesi.
"Il versamento, soprattutto per cause non dipendenti dal contribuente come la tardiva o mancata consegna dell'avviso di tributo - spiega l'assessore al Bilancio Danilo Martelli -, può essere effettuato oltre il previsto termine del 30 maggio senza il rischio di incorrere in sanzioni. Resta valida, inoltre, la possibilità di versare l'intero importo del tributo entro il mese di luglio.
Tra utenze domestiche e non, il Comune ha inviato ai contribuenti quasi 14mila plichi relativi alla TARI. Poste Italiane, questa mattina, ha garantito che presto gli avvisi verranno consegnati ai cittadini. Quest'anno, oltre alla tradizionale spedizione postale, per la prima volta sono stati inviati anche 1.391 avvisi di pagamento alle utenze non domestiche tramite posta certificata".
I contribuenti, già dalla scorsa settimana, possono usufruire del nuovo servizio "Cassetto Tributario" che consente di iscriversi on line - tramite l'apposito banner presente nella home page del sito web comunale o dal sitowww.cassettotributario.it/cisternadilatina - ed effettuare il download del modello del tributo nonché pagare l'importo direttamente su internet.
Gli Uffici Comunali restano a disposizione dei contribuenti per fornire tutte le informazioni necessarie per facilitare il pagamento nel più breve tempo possibile. 

 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE