Economia

Latina boom export

La provincia pontina fa segnare un +87,3% rispetto il 2014

31/05/2016

Anche alla fine del 2015, sulla base dei dati estrapolati dall'Istat, si confermano le dinamiche rilevate nelle precedenti analisi semestrali che evidenziano come le vendite all'estero siano un punto di forza del sistema imprenditoriale nazionale ed ancor più della provincia di Latina.

Nonostante lo scenario internazionale sia particolarmente turbolento, con segnali preoccupanti in relazione alla crescita cinese inferiore alle attese, al momento di difficoltà di un gigante sudamericano come il Brasile, al lieve rallentamento della crescita tedesca ed al protrarsi delle restrizioni imposte alla Russia, la performance delle esportazioni italiane continua ad essere più che lusinghiera, soprattutto se raffrontata con il livello molto basso della crescita italiana, strettamente correlata alla debolezza complessiva della domanda interna.

Ed è proprio grazie alle esportazioni che il sistema paese tiene ancora, anche se si deve segnalare un lieve incremento delle importazioni rispetto al 2014 (+3,30%); tale dato, se depurato della componente energetica (petrolio, gas ed energia elettrica), assume una dimensione più incisiva, determinandosi una crescita intorno al 7%, a fronte di un incremento dell'export (anche esso depurato dei prodotti indicati) più contenuto intorno al 4%.

Ad ogni modo la bilancia commerciale anche per il 2015 risulta positiva per una somma superiore ai 45 miliardi euro, per un incremento del 7,71% rispetto al 2014; non male tenendo conto del momento economico, storico e sociale a livello mondiale.

Ma la situazione attuale presenta grossi rischi, in quanto in un mercato globalizzato come è quello contemporaneo, il minimo sovvertimento sociale, o la minima turbolenza politica di un paese, può determinare conseguenze imprevedibili, laddove non vi sia una domanda interna in grado di sostenere la crescita, come appunto avviene per l'attuale contesto italiano.

Più in particolare per quanto riguarda la provincia di Latina si deve sottolineare la performance straordinaria del territorio, sia in termini di confronto a livello nazionale sia rispetto alle altre realtà laziali. Infatti, alla fine del 2015, la bilancia commerciale della nostra provincia è risultata positiva per oltre 728 milioni di euro, per un incremento straordinario rispetto ai dodici mesi precedenti del +87,3%.

Le esportazioni pontine superano i 6miliardi e 600mila euro, per una quota pari circa ad 1/3 dell'intero valore delle merci regionali vendute oltre confine, subito dopo Roma la cui quota sfiora il 40%.

Tale dato è ancor più significativo se raffrontato con le altre province del Lazio: la crescita delle vendite all'estero pontine nel corso del 2015, ha superato ampiamente la doppia cifra (+17,85%), a fronte di una variazione complessiva nel Lazio del +9,22%.

I numeri dell'export conferiscono una dimensione alla provincia pontina molto "vicina" alla Capitale; infatti, nonostante Roma conti un numero di imprese circa otto volte superiore, Latina esprime un valore dell'export pari a circa i ¾ degli scambi con l'estero romani.

 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE