Parva Editoriale

Referendun costituzionale: no al tifo da stadio

Argomento troppo importante per fidarsi dei partiti politici e della stampa

30/05/2016

Si o no la referendun costituzionale di ottobre? Lo spettacolo che in questi giorni stanno offrendo i partiti politici e la maggior parte dei giornali è francamente scandaloso. Si è pro o contro per partito preso, perchè si è pro o contro Matteo Renzi. Eppure qui si parla della riforma della nostra Carta Costituzionale: della possibilità che venga superato il bicameralismo perfetto e si arrivi al depotenziamento del Senato. A mio avviso la riforma poteva e doveva essere migliore. Il Senato andava soppresso del tutto e perlomeno doveva essere tolta l'immunità parlamentare ai senatori che saranno sindaci e consiglieri regionali. Il punto però è questo: si tratta o meno di un passo in avanti? Personalmente penso di si. Purtroppo non si è fatto di meglio perchè l'attuale maggioranza in Parlamento è figlia di un risultato elettorale non chiaro a sua volta determinato da una vecchia legge elettorale incapace di identificare un vincitore. Ma questo è solo il mio parere personale. L'invito che mi sento di fare è di "studiare": al referendum si vada a votare dopo aver letto esattamente in cosa consiste la riforma senza fidarsi di ciò che dicono i nostri partiti di riferimento o i giornali. Niente tifo da stadio, insomma, per una cosa che è troppo importante per essere "buttata in caciara"

 

 

Redazione ParvapoliS

    Tag

    interesse

    Altre notizie di parva editoriale

    ELENCO NOTIZIE