Politica

Emanuele Bonaldo candidato al consiglio comunale con Calandrini Sindaco

“Il mio impegno per la valorizzazione del nostro territorio, delle nostre radici, delle nostre risorse!”

13/05/2016


Emanuele Bonaldo, poco più che trentenne, sposato, ha due figli. Funzionario all'Enpaia, vive a Latina Scalo e lavora a Roma presso l'Ente di Previdenza per gli addetti all'Agricoltura. Ogni mattina alle 5.15 in punto, la sveglia lo riporta al suo dovere che esercita con passione e dedizione. La famiglia, la storia della sua terra, le radici, sono i suoi punti di forza, che gli danno la spinta per credere nel futuro di questa città. E' coordinatore di "Agristoria", portale iconografico della storia agricola del Lazio, vice Presidente del movimento "Mi chiamo Littoria", è Presidente dell'Associazione Culturale "Tor Tre Ponti", associazione di carattere storico culturale con la quale ha realizzato eventi come il concorso "I nonni raccontano", e corsi per supportare i giovani del centro regionale per non vedenti S. Alessio Margherita di Savoia di Latina. E' proprio per canalizzare le mille idee e iniziative di cui si è sempre fatto promotore, che oggi ha deciso di scendere attivamente in campo politico, in queste elezioni 2016 che lo vedono candidato al consiglio comunale nella lista Cuori Italiani di Nicola Calandrini Sindaco. Questi i punti fondamentali nel programma elettorale:
"Diminuzione dei costi del suolo pubblico al fine di facilitare l'economia territoriale- Semplificare la realizzazione dei mercati rionali- Fruizione degli spazi comunali in disuso da parte delle associazioni del territorio- Valorizzazione dell'enogastronomia agricola prodotti tipici e filiera corta- Tutela degli edifici di fondazione- Apertura di una sede decentrata dei servizi sociali a Latina Scalo - Supporto ai centri di accoglienza per bambini e donne vittime di violenza- Garantite la continuità dei servizi socio-assistenziali a sostegno delle fasce più deboli- Realizzazione di eventi storici e culturali- Migliorare il servizio autobus Latina stazione- Incentivare il turismo religioso archeologico naturalistico e enogastronomico- controlli sul territorio con la videosorveglianza in zone come autolinee, stazione ferroviaria, via dei pub- Evirare il transito di mezzi pesanti in centro- Ripristino del manto stradale- mappatura delle strutture pubbliche del territorio per pianificare interventi di formazione e corsi di primo soccorso- Realizzazione di fermate dei mezzi pubblici presso strutture per agevolare i disabili".

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE