Politica

Creo interviene sull'emergenza abitativa di edilizia popolare

Una sinergia tra Ater, Vigli, Polizia e Comune per combattere l'abusivismo

08/05/2016

"L'emergenza alloggiativa di edilizia popolare è di altissima priorità e credo sia doveroso intervenire in maniera efficace e nel più breve tempo possibile - sostiene con determinazione Bruno Creo, candidato al consiglio comunale con la Lista Calvi-. Nel comune di Latina c'è una lista di attesa di 1158 nuclei familiari, parliamo quindi di circa 6000 cittadini che attendono una casa popolare. Gli ultimi alloggi assegnati sono stati quelli relativi alle torri di Via Pionieri della Bonifica, ma si tratta di diversi anni fa. Ci sono tantissime persone, tra le quali anche anziani, bambini e portatori di handicap, che necessitano di una dignitosa abitazione popolare.
Per risolvere nel più breve tempo possibile questa drammatica situazione c'è bisogno prima di tutto della individuazione, da parte dell'amministrazione, di un piano particolareggiato di edilizia residenziale e recupero urbanistico-alloggiativo. Esistono, infatti, in città diverse strutture che il Comune potrebbe acquisire e riconvertire in abitazioni grazie ad un accordo ad hoc con l'Ater.
Ed è auspicabile assolutamente porre rimedio all'annosa questione degli abusivi. Esiste un mercato parallelo, una organizzazione occulta che indirizza le persone all'interno delle case rimaste inabitate. Un fatto inaccettabile, un abusivismo sfrenato che va combattuto con la composizione di una task force formata da Vigili, Polizia, Ater e Comune. Solo grazie a questa sinergia sarà possibile assegnare gli alloggi a chi ne ha diritto, in modo tale da ripristinare la legalità, uno dei temi principali inseriti nel programma di Alessandro Calvi".

Lo dichiara in una nota Bruno Creo, candidato al Consiglio comunale con la Lista Calvi

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE