Sport

Tutto pronto per la terza edizione della Vertical Sprint

Il 10 gennaio è in programma la corsa sulle rampe della Torre Pontina

02/12/2015

In alto verso la vetta. Una scalata senza piccozze e funi, senza sfidare le intemperie e le leggi delle fisica, facendo leva solo sul ritmo e la gestione della fatica. Il premio, ranking a parte, sarà per tutti la visuale che solo la terrazza della Torre Pontina sa offrire. È questo lo spirito di partenza del terzo Reale Mutua Latina Vertical Sprint, l'ormai consueto appuntamento di inizio anno, a metà strada tra lo sport e l'impresa. Il 10 gennaio 2016 riparte la sfida ai 727 gradini del grattacielo, distribuiti su 38 piani per 128 metri di altezza. Assolutamente vietati gli ascensori, conta solo la spinta delle gambe, fiato e la migliore interpretazione del percorso, di rampa in rampa. L'idea proposta due anni orsono dalla Latina Runners, in collaborazione con Maione Store, ha attecchito a tal punto che il Reale Mutua Latina Vertical Sprint, è diventato in un breve lasso di tempo un evento di richiamo internazionale, attirando l'attenzione di atleti anche da oltre confine. Per prendere parte ad una competizione di vertical running, la disciplina in cui rientrano le scalate dei grattacieli, non bisogna essere esclusivamente podisti. Ai nastri di partenza lo scorso anno si sono presentati anche ciclisti, atleti di cross fit, pugili etc, a dimostrazione che  tutti gli sportivi possano cimentarsi in questa prova. Latina  è l'unica tappa italiana per grattacieli superiori ai 100 metri e registra la partecipazioni dei big della disciplina, che scalano altre vette mondiali come l'Empire State Building di New York. Il percorso è confermato con 60 metri di passerella tra gli l'applausi, poi all'ingresso della Torre Pontina il chip aziona il cronometro, che in tempo reale proietta i dati elaborati dal TDS (Timing Data Service). Lo scorso anno 160 i partecipanti. A vincere, nelle rispettive categorie, sono stati  Emanuele Manzi e Ivonne Martinucci. Emanuele Manzi,  comasco di Cremia, tesserato con il Gruppo Sportivo del Corpo Forestale, ha stabilito il record della competizione in 3'29''. Nella categoria femminile successo per Ivone Martinucci (Gp Valchiavenna), che ha impiegato un tempo di 4'31''. Quindi è caccia ai campioni in carica e al nuovo record. Previste novità per la terza edizione del Reale Mutua Latina Vertical Sprint. Per regolamento ed iscrizioni sul sito www.maionestore. com. Fondamentale presentare il certificato medico agonistico sportivo con tesserino della società d'appartenenza. Chi non è tesserato, potrà sottoscrivere un tesseramento con l'Opes al momento della consegna del pettorale.

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE