Sport

La dura legge del calcio

Via Marc Iuliano arriva Mario Somma: profeta in patria?

03/11/2015

Nelle strane regole del calcio, dove l'unica certezza è quella di vedere un pallone infilato in una rete, c'è una prassi che vede il mondo degli allenatori avvicendarsi facilmente qualora i risultati non arrivino. Oppure qualche scaramuccia di troppo che divide il mister dalla grazia della presidenza, non sempre testimoniati dalla stampa.

È quello che succede con il vulcanico Zamparini patron del Palermo calcio, noto per licenziare frettolosamente, così come è successo ieri alla società di Piazzale Prampolini, che ha visto Mark Iuliano dover abbandonare la panchina del Latina, nonostante i 10 mesi di "dedizione e serietà" (così come letto dal comunicato) che lo hanno contraddistinto, salvandola da una retrocessione lo scorso anno ed un attuale piazzamento a metà classifica con 13 punti (con una media di 1,2 a partita) che è valso al difensore ex Juve che bloccò Ronaldo "in qualche modo", l'esonero a favore di chi a Latina ha i suoi natali e primi gettoni di presenza nelle giovanili nerazzurre. Si tratta di Mario Somma, noto opinionista Rai con D'amico per commentare lo scorso anno il campionato cadetto, ma soprattutto per aver guidato quell'Empoli nel 2005 dalla serie B alla massima serie, proponendo il modulo 451 tanto seguito successivamente da Spalletti per la sua Roma.
Il tecnico classe 1973, ha esordito da allenatore con la Pro Cisterna e Terracina tra gli anni 1997 e 1999 arrivando dopo la parentesi in serie A lo scorso anno alla Salernitana, lasciando questo sfogo -video-
Vedremo un gioco più offensivo rispetto a quello visto finora dal predecessore Iuliano? Con Somma avremo due anni di tempo, salvo ulteriori bizzarre decisioni.

 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE