Politica

Ponza, il nuovo porto si farà

Piero Vigorelli si scaglia contro chi in passato ha cercato di boicottare l'opera

20/10/2015

Il sindaco di Ponza Piero Vigorelli ha deciso: il nuovo porto a Le Forna si farà e denuncia le manovre effettuate in passato per ostacolare il progetto.

Le mine "anti-porto", racconta Vigorelli, erano state disseminate dalle Amministrazioni precedenti, che pure erano costellate da vicesindaci, assessori e consiglieri fornesi purosangue.

Quei pochi fornesi contrari al porto turistico con argomenti da manicomio (se fanno un bar al porto, i signori delle barche non verranno mai a prendere un caffè ai bar di Le Forna), alleati con quelli del "malloppo estivo" di Ponza porto (se si fa il porto turistico a Le Forna, le barche andranno tutte di là), avevano pensato bene come boicottare per l'ennesima volta la realizzazione di questa struttura che farebbe decollare Le Forna e tutta Ponza.

La faccio breve, prosegue il primo cittadino. Per le gare bisogna pubblicizzare la cosa sulla Gazzetta Europea, sulla Gazzetta Italiana, sull'Albo Pretorio del Comune, su un quotidiano nazionale e su uno locale.

I nostri predecessori non hanno rispettato questo aspetto formale e sostanziale, "zompando" la Gazzetta Europea e il quotidiano locale.

Una svista ? No, una mascalzonata.

Se si fosse andati avanti, tutta la procedura sarebbe stata viziata dall'inizio e tutto sarebbe andato a gambe all'aria.

Chi aveva organizzato lo stratagemma ci spettava solo al varco, per far scattare la ghigliottina dei ricorsi.

Per nostra intelligenza e fortuna ci siamo accorti in tempo della trappola mortale.

Abbiamo così rimesso in moto la macchina andando indietro, in retromarcia, per rifare la procedura in modo corretto e ineccepibile, per metterci al riparo da qualsiasi azione strumentale diretta ad affossare la realizzazione del porto turistico a Le Forna.

 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE