Politica

Colpo durissimo al clan Di Silvio

Lo dichiara in una nota Gianpiero Cioffredi, presidente dell'osservatorio sicurezza e legalità della Regione Lazio

12/10/2015

"L'operazione «Don't touch» che questa mattina ha portato all'arresto di 24 persone a Latina rappresenta un duro colpo per la criminalità pontina e al clan Di Silvio.
Un clan, che in alleanza con i Ciarelli e i Casamonica, da decenni, è operativo nella provincia di Latina nel settore della droga, del racket e dell'usura, assumendo una connotazione criminale di altissima pericolosità.
Esprimo le mie personali congratulazioni alla Procura di Latina, alla Squadra Mobile, allo SCO ed in particolare al Questore di Latina Giuseppe De Matteis per questa brillante e importantissima operazione.
Il clan Di Silvio è emblematico perché rappresenta una evoluzione criminale nel panorama della criminalità laziale autoctona. Con questa operazione che segue, a distanza di un anno la sentenza del processo Caronte che ha condannato a 240 anni molti esponenti riconducibili al clan Di Silvio-Ciarelli, l'organizzazione criminale più pericolosa di Latina è stata decapitata dimostrando ancora una volta che lo Stato è sempre più forte delle organizzazioni malavitose", queste le parole di Cioffredi.

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE