Cronaca

Stranieri espulsi dalla scuola

Il fenomeno dell'abbandono precoce interessa gli stranieri in difficoltà con la lingua

30/09/2015

Con l'inizio dell'anno scolastico, ricorda Catia Baboc, segretaria Cisl categoria immigrati, si ripropone il tema del contrasto dell'abbandono precoce della scuola. Secondo i dati del Ministero dell'Istruzione, nella scuola secondaria inferiore per ogni ragazzo italiano che lascia i banchi  ve ne sono tre stranieri. Si aggiungano i tanti minori stranieri che a scuola non vengono proprio iscritti e pertanto non risultano nelle statistiche ufficiali. In mancanza di dati certi  riguardo la provincia di Latina è però possibile fornire la testimonianza del contatto quotidiano con migliaia di lavoratori immigrati, iscritti al sindacato o che si rivolgono agli sportelli Cisl.

E' frequente il caso di bambini figli di immigrati che lasciano la scuola, soprattutto a causa delle difficoltà  legate alla lingua. In caso di ripetenza molti di loro, in particolare le ragazze  delle medie inferiori e superiori , non vengono più  iscritti . Maggiore il numero di bambini e ragazzi che continuano ad andare a scuola  ma , in mancanza di programmi di sostegno per chi parla  una lingua diversa dall'italiano,  realizzano una frequenza saltuaria, ricca di assenze. Caratterizzata da  una scarsa partecipazione alle attività della classe e da un insufficiente inserimento e  rendimento,  il che può determinare ripetute bocciature. Diversamente molti di questi bambini terminano il ciclo della scuola media inferiore, senza avere acquisito un livello di capacità linguistiche e conoscenze  che li incoraggino a proseguire gli studi.  

L'Italia, prosegue la Baboc, è uno dei paesi dove si fa meno per contrastare la dispersione e l'elusione scolastica. Siamo al quart'ultimo posto, subito dopo il Portogallo, nella specifica graduatoria dei 28 paesi Ue.

E così ci si chiede: "Che ne è dei progetti del Ministero volti a contrastare gli abbandoni precoci dei percorsi di  studio e a ridurre le ripetenze e i debiti formativi, così frequenti tra i figli degli immigrati? Quanti di questi progetti sono stati realizzati in provincia di Latina e quanti lo saranno nell'anno scolastico appena iniziato ? "

 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE