Economia

Lavoro: dati in miglioramento

Lo certifica uno studio Unioncamere: situazione in risalita ma sempre negativa

16/09/2015

Secondo gli esiti dell'indagine annuale Excelsior, il sistema informativo per l'occupazione e la formazione di Unioncamere-Ministero del Lavoro, cresce il numero di nuovi ingressi previsti dagli imprenditori pontini, che per quest'anno dovrebbe raggiungere le 7.030 unità, il 4,6% in più rispetto a quanto previsto nel 2014.

A fronte di tali entrate, le imprese prevedono 7.520 uscite (per dimissioni, pensionamenti o contratti in scadenza di cui non è previsto il rinnovo), vale a dire il 10,2% in meno rispetto al 2014. La risultante è un "saldo" occupazionale atteso che resta però ancora negativo e pari a -490 unità, mostrando comunque un deciso miglioramento rispetto alle -1.650 dello scorso anno.

Peraltro, nell'ultimo anno è attesa in crescita la quota delle assunzioni "stabili" (dal 16% al 27%), aggregato che comprende i contratti a tempo indeterminato e apprendistato, a discapito delle assunzioni a termine che perdono 11 punti percentuali.

La percentuale di imprese che nel 2015 intende procedere ad assunzioni di personale dipendente torna a crescere, attestandosi al 15,1% del totale (erano state il 13,1% nel 2014), con una incidenza prevalente (il 78,9%) delle realtà di dimensioni maggiori (50 e più dipendenti); anche le imprese più piccole (da 1 a 9 dipendenti) mostrano segnali di una maggiore apertura in termini di ampliamento degli organici.

In termini di occupazione dipendente, prevista in entrata per 5.820 unità, con riferimento a tutte le tipologie contrattuali ad esclusione dei contratti di somministrazione, si conferma in crescita il tasso di assunzione provinciale, che nelle previsioni formulate dalle aziende locali per il 2015 si attesta al 6,8%, a fronte del 5,9% del 2013 e del 6,6% del 2014.

 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE