Politica

Galante: "Si, io ci sono"

L'imprenditore conferma la volontà di partecipare alle prossime amministrative

02/09/2015

Di lui s'è parlato nei giorni scorsi come del possibile candidato a sindaco di Latina per il Partito Democratico. Lui, Paolo Galante, non conferma, ma di certo assicura che si impegnerà in prima persona. "Ci sono momenti, afferma Galante, in cui non puoi lasciar fare, ma devi fare. Latina è una comunità che per troppo tempo ha demandato, ha ragionato in termini "ma non io". Oggi il mondo chiede l'impegno in prima persona, non deleghe ma assunzioni di responsabilità.

Assistiamo impotenti ormai da decenni all'immobilismo delle amministrazioni che hanno governato la nostra città.
Il susseguirsi di progetti svaniti, disastrosi, sono stati la premessa di una continua elencazione di illusioni per imbonire noi cittadini, lavoratori, giovani, e professionisti, la comunità che voleva e vuole vivere in una città che deve crescere perché se non si cresce si muore.
Ci troviamo oggi a fare i conti con una situazione socio economica disastrosa che rischia di non consentirci di guardare con speranza il futuro di Latina. Ma la speranza è la scommessa irragionevole dell'audacia.
Facendo un altro mestiere per tanti anni, giustamente e sottolineo giustamente, abbiamo delegato chi ha fatto della politica mestiere e non servizio. Oggi abbiamo il dovere della consapevolezza di doverci impegnare in prima persona.
E' arrivato il momento, insiste Paolo Galante, di considerare e di dare un contributo spassionato fuori dagli schemi, senza disdegnare il supporto di chi voglia riconoscersi in un progetto del mondo delle professioni e della società che vive la città.
Un progetto trasversale di "virtù repubblicane" come dicevano i Padri della Patria nel Risorgimento.
Un progetto che possa coinvolgere chiunque a prescindere dalle storie culturali, professionali in ragione del futuro e non con la zavorra del passato che pesa ed uccide.

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE