Politica

Zingaretti, ecco dove tagliare

Il governatore indica dove poter reperire ulteriori risorse

29/07/2015

Intervistato dal quotidiano La Repubblica il governatore del Lazio Nicola Zingaretti commenta i tagli alla sanità annunciati dal Governo. Gli viene chiesto innanzi tutto se è stato tradito il patto per la salute sottoscritto dalle Regioni.

«Il patto, afferma Zingaretti, era un impegno collettivo chiaro, prevedeva che i risparmi derivanti dagli sprechi sarebbero stati investiti nella buona sanità. Il fondamento dell'accordo era legato a un impegno collettivo di collaborazione».

«Sicuramente gli sprechi ci sono, sono il presidente di una Regione che è passata da 2 miliardi e 300 milioni di euro di disavanzo ai 360 milioni del 2014 all'obiettivo del disavanzo zero previsto per quest'anno. Però la grande sfida che abbiamo davanti è quella dell'innovazione, i tagli devono finanziare crescita e sviluppo. La sanità non è solo un costo, ma rappresenta l'11% della ricchezza nazionale: bisogna investire in ricerca, nell'assunzione di personale qualificato. E nella digitalizzazione: una banca dati efficiente permette non solo di risparmiare ma anche di individuare sprechi e abusi».

«I tagli sono possibili con la riduzione delle Asl, lo sviluppo delle centrali di acquisto anche al livello interregionale, con la semplificazione amministrativa, con meno medicina difensiva».

 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE