Economia

Esplode la cassa integrazione in deroga

Garullo della Uil: i politici parlano di ripresa, i numeri lo smentiscono

26/05/2015

La UIL di Latina ha presentato il rapporto sull'andamento della cassa integrazione e sugli occupati, sia a livello nazionale che provinciale, relativamente al primo quadrimestre 2015 e specificatamente per il mese di aprile 2015.

"Continua ancora la fase caratterizzata dall'incertezza in cui sostanzialmente e al di là di ciò che con interessato ottimismo la politica cerca di accreditare, i dati tendono a dirci che si stanno riproducendo le  difficoltà del 2014, - commenta Luigi Garullo Segretario Generale UIL Latina - , il rischio che questo trend si strutturalizzi anche nel 2015 è oggettivamente concreto e va quindi assolutamente contrastato con interventi mirati."

 "Per quanto riguarda il quadrimestre gennaio-aprile 2015 - aggiunge Garullo - i dati elaborati nel 3° rapporto UIL sull'utilizzo della cassa integrazione relativamente alla provincia di Latina, evidenziano sostanzialmente un eguale numero di ore complessivamente autorizzate rispetto allo stesso periodo del 2014,  con una diminuzione marginale del -0,4%."

"E' invece  in peggioramento il dato relativo al solo mese di aprile 2015 - continua ancora Garullo - in quanto nel raffronto con il precedente mese di marzo, vede un  aumento complessivo del +24% delle ore di CIG complessivamente autorizzate, inoltre i lavoratori potenzialmente posti in cassa integrazione a zero ore nel primo quadrimestre 2015 - precisa ancora Garullo - sono stati  11.916, mentre quelli posti potenzialmente in cassa integrazione a zero ore nel solo mese di aprile 2015 sono stati pari a 2.956 unità."

"nello specifico - aggiunge ancora Garullo - per quanto riguarda le varie tipologie di CIG, esplode soprattutto la CIG in deroga che dopo l'aumento segnato a marzo, nel solo mese di aprile aumenta ancora del +250,2%.

"Certamente - aggiunge Garullo - è un quadro difficile nel quale l'esplosione di ore della CIG in deroga ci dice che vi è una grande sofferenza delle piccole realtà produttive, oppure di realtà aziendali anche di medie dimensioni  che avendo terminato ogni altro ammortizzatore, o avendo espulso i lavoratori dal ciclo produttivo, ricorrono all'utilizzo della CIG in deroga."

 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE