Economia

Immobiliare turistico, prezzo fermi

Qualche segnale positivo ma prezzi fermi se non inferiori rispetto lo scorso anno

22/05/2015

Qualche segnale positivo in una situazione economica altalenante: questa l'analisi nell'ambito del mercato immobiliare turistico relativamente alla stagione che va ad cominciare, effettuata da Fiaip Latina. «La fotografia scattata sui dati dello scorso anno, mostra una tendenza sempre più marcata al mordi-e-fuggi - commenta Fiaip - sottolineata dal fatto che ben l'85% delle locazioni immobiliari concluse con successo riguarda un periodo che va da una a due settimane di soggiorno: il villeggiante di lungo corso è ormai un ricordo». Addirittura il 50% del totale dei soggiorni si risolve in sette giorni appena di permanenza. Solitamente i vacanzieri arrivano a fine agosto, mese che totalizza il 68% delle preferenze lasciando a giugno, luglio e settembre poco meno che le briciole. «L'età media è decisamente bassa col 67% dei turisti che ha tra i venti e i quarant'anni, e si conferma la tipologia ancora fortemente locale del villeggiante, che cala sulle nostre rive non avendo percorso troppi chilometri: la parte del leone circa le provenienze la fa infatti il Lazio, col 51% degli arrivi dei quali la gran parte (82%) da Roma e provincia, con ciociari e "altri" pontini a dividersi la rimanente parte in modo praticamente equo». Quasi altrettanto folta la pattuglia dei campani: il 31% dei turisti nella provincia latinense viene dalla regione immediatamente a sud della nostra, con Napoli e suo hinterland a superare di poco i casertani nelle preferenze accordate. E gli stranieri? Circa il 6% del totale, afferma Fiaip, con russi, tedeschi e francesi nell'ordine.

Il barometro dei prezzi è sostanzialmente stabile, anche se nel mercato delle locazioni turistiche settimanali, formula come detto sempre più diffusa nel 2015, un 54% degli agenti prevede una seppur minima diminuzione dei canoni, mentre il 41% degli agenti immobiliari Fiaip li pronostica invariati: solo il 5% scommette sull'aumento.  i sarà il fattore Francioni con il pubblico di casa deluso dalla stagione, con i ciociari volati in Serie A, ma che a denti stretti vorrà tenersi questa categoria. Un punto per dimenticare, archiviare e salvarsi da una stagione non esaltante, in attesa di tempi migliori.

 

 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE