Eventi & Cultura

Il secreto degli dei. Il nuovo libro di Mauro Cascio

Esce per Tipheret a fine aprile l'ideale seguito de «Il Vacillare del senso»

31/03/2015

La Spagiria, constatando che tutto ciò che è osservabile è simbolico, afferma che è vero anche il contrario, cioè che tutto ciò che è simbolico è osservabile e che di conseguenza l'archetipo degli archetipi fatto sensibile, Simbolo supremo del simbolo, cioè l'Unità, è osservabile e che l'uomo può contemplare l'incarnazione del Logos nella materia.  La lavorazione della Quintessenza ci permette di sbirciare dietro la cortina del Sancta Sanctorum. L'ideale, in questa commozione, sarebbe poter tornare bambini ed essere presi da quell'entusiasmo dove tutto è gioco, perché solo a quell'entusiasmo infantile, e in silenzio, si consegna l'Arte. «Ma bisogna dire che questa scienza è molto a proposito e per eccellenza paragonata ai giochi di fanciulli, perché tutta l'Arte è giustamente chiamata gioco, ma principalmente gioco delle lettere, ludus litterarum, in cui i buoni spiriti prendono piacere, e altrettanto i dotti soddisfazione senza noia, come i fanciulli prendono gusto alle cose frivole secondo la loro portata, che fa loro passare il tempo piacevolmente, e senza l'apprensione di alcun disagio [...]».
Il filosofo pontino Mauro Cascio, in questo suo nuovo libro in uscita a fine aprile per Tipheret edizioni, ci guida in questo meraviglioso mondo. «Il secreto degli dei» segue gli ultimi successi: «Al divino dall'umano», «Un Dio che riposa tra i fenomeni del mondo» e «Il Vacillare del senso». Per lo stesso editore Cascio ha anche curato le opere di Constant Chevillon, Oswald Wirth, Jean-Baptiste Willermoz e, in uscita, «Il cimitero di Amboise» di Louis-Claude de Saint-Martin.

Rita Bittarelli

    Tag

    Latina

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE