Cronaca

Sermoneta, giù le mani dall'ufficio postale

L'Amministrazione denuncia: abbiamo investito soldi pubblici per la ristrutturazione

05/02/2015

Il Comune di Sermoneta dice un no secco alla chiusura dell'ufficio postale del centro storico. "Con grande amarezza e disappunto, si legge in una nota, abbiamo appreso che nell'ambito del piano di riassetto nazionale degli uffici postali da parte di Poste Italiane, l'Ufficio postale di Sermoneta centro storico sarebbe a rischio chiusura o razionalizzazione. Una notizia che all'Amministrazione non piace, anche alla luce del grande lavoro fatto in questi anni dal Comune in collaborazione con la direzione provinciale di Poste Italiane per tutelare questo importante punto di riferimento per la comunità e per renderlo ancora più efficiente e funzionale. Grazie a questo impegno, oggi il centro storico usufruisce di un ufficio postale moderno e funzionale, dotato anche di uno sportello Atm a disposizione delle migliaia di turisti e della popolazione. L'Ufficio postale, collocato in una ex chiesa del XIII secolo e di proprietà comunale, nel 2012 è stato oggetto di importanti lavori di ristrutturazione in cui hanno investito parecchie risorse economiche sia Poste Italiane, che ha rinnovato gli arredi e installato il bancomat, sia il Comune di Sermoneta che ha rifatto il tetto e ristrutturato i locali interni. Un investimento fatto, prosegue l'Amministrazione, perché crediamo in questo Ufficio Postale e che quindi non consentiamo che venga vanificato.

In caso di chiusura, i cittadini e i commercianti del centro storico sarebbero costretti a percorrere una decina di chilometri fino all'ufficio postale di Monticchio, con tutti i disagi che ne conseguono specialmente per le persone anziane.

Il Comune di Sermoneta si dice pronto ad ogni tipo di mobilitazione ed azione volta a scongiurare questa ipotesi e di certo potrà contare sulla collaborazione della cittadinanza.

 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE