Sport

Vertical, un successo pontino

Boom di partecipanti e di curiosi per la "scalata" a Torre Pontina

19/01/2015

I numeri dicono che la seconda edizione del Reale Mutua Assicurazioni Vertical Sprint ha superato la prima, così come i vincitori di quest'anno sono stati ancora più bravi dei campioni uscenti. Grande cornice di pubblico ai piedi della Torre Pontina (128 mt, 37 piani, 702 gradini), in un piazzale trasformato per l'occasione in un piccolo villaggio olimpico. E' stata la prima tappa del 2015 del vertical running, la corsa sulle rampe dei grattacieli, sempre più di moda tra gli sportivi nel mondo. Latina fa parte del circuito europeo Tower Running e dal prossimo anno, obiettivo dell'organizzazione è di salire sulla piattaforma del Vertical World Circuit, otto tappe della Coppa del Mondo. Non è un caso che diversi atleti passati per Latina, li rivedremo a New York a febbraio per la scalata dell'Empire State Building.

 

Allo start 160 atleti partiti, di cui 15 donne. Partenza ogni 20 secondi. Una passerella di circa 60 metri tra gli l'applausi, poi all'ingresso della Torre Pontina il chip aziona il cronometro, che in tempo reale proietta i dati elaborati dalla TDS (Timing Data Service). Come nelle previsioni, lo scettro è passato in altre mani. A vincere Emanuele Manzi e Ivonne Martinucci, che avevano lanciato la sfida ai coniugi Dario Fracassi ed Elisa Bonacina, i più veloci della passata edizione (3'48'' e 4'48'').

Qualche curiosità: Zita Rogantini, 65 anni, è stata l'atleta più anziana tra le donne. La più giovane Rachele Novello, 28 anni. Nella categoria maschile il più anziano è stato Goffedo Catena (67 anni) di Aprilia, mentre i più giovani sono i 19enni Manuel Monetti e Fulvio Gargiulo del Nuovo Cos Latina.

Nella classifica per società il Crossfit Pontino ha ottenuto il tempo migliore, calcolato sulla base dei primi cinque tempi ottenuti dai propri tesserati (25'53''). Sempre al Crossfit Pontino è andato il premio per il team più numeroso con 11 iscritti all'arrivo. Ed è un tesserato del Crossfit Pontino, Alessio Maurizi, l'atleta considerato più simpatico.

Tutti positivi i commenti del dopo gara: Secondo uno degli organizzatori, Alberto Spagnoli, "Per chi scopre questo tipo gara, è uno stimolo eccezionale. E' Diversa da altre gare di running o maratone. Gli atleti sono entusiasti  di aver preso parte a questo evento. E' stato raddoppiato il numero degli iscritti. Ci mettiamo subito a lavoro per il circuito internazionale. Faremo un briefing post gara, c'è da migliorare perchè siamo perfezionisti". Gli fa eco un altro degli organizzatori Gianluca Parrocchia, secondo il quale il successo è stato tale che gestirlo è stata una delle difficoltà maggiori. Il Latina Vertical Sprint può dare una mano a far conoscere sempre più la città di Latina.

 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE