Sport

Vertical Sprint a Torre Pontina

Tutto pronto per la gara del prossimo 18 gennaio

07/01/2015

Richieste dalla Spagna, dalla Repubblica Ceca, da ogni parte d'Italia. Il Vertical Sprint di Latina risponde ai canoni dell'internazionalità e si prepara ad inaugurare l'anno 2015 del vertical running con firme e numeri d'eccezione. Lo spirito di contesa scalda la vigilia e a dieci giorni dallo start fissato per il 18 gennaio alle ore 11, la Torre Pontina è sempre più immagine fissa nella testa e nelle gambe degli atleti. Aumenta la batteria di pretendenti a realizzare il tempo migliore e se i tempi dello scorso anno, realizzati dai coniugi della GP Talamonda Sondrio, Dario Fracassi (3'48'') ed Elisa Bonacina (4'48''), sembravano fino ad oggi chimere, c'è chi è pronto a strabiliare. Il candidato principe alla vittoria è Emanuele Manzi, comasco che con la pettorina della Forestale è giusto secondo a novembre alla ventisettesima edizione della Swissotel Vertical Marathon (226 mt), la scalata al celebre grattacielo di Singapore. Un tempo di 7'28'' (alle spalle dei 6'46'' impiegati dall'australiano Mark Bourne) per salire 73 piani e 1336 scalini, in una delle principali tappe del circuito della Tower Running World Association. In proporzione i 702 scalini, 37 piani e 128 metri della Torre Pontina, possono consentire a Manzi di centrare il record della tappa di Latina. Anche il primato di Elisa Bonacina viene seriamente insidiato da Ivone Martinucci, atleta della Valchiavenna (Sondrio).  Lo scorso anno aveva realizzato il secondo miglior tempo, percorrendo le rampe della Torre Pontina in 4'58'', dieci secondi in più della Bonacina. Un gap che la Martinucci vuole assolutamente colmare, come dimostra il secondo posto ottenuta nella seconda edizione del VertGO' di Parigi a maggio 2014.  Tornando alla competizione del prossimo 18 gennaio, tutti coloro che completeranno i 702 gradini, verranno premiati con una medaglia "Finisher", commemorativa dell'evento. Il programma della giornata prevede alle 10 il percorso dei piccoli e alle 11 lo start per gli adulti. La convocazione per tutti è alle 9. L'iscrizione alla prova dei piccoli è gratuita, mentre per gli adulti le domande di iscrizione a numero chiuso vanno rigorosamente accompagnate da certificato medico sportivo. Il  Latina Vertical Sprint quest'anno perora la causa di Roberto Berardi, il 50 enne imprenditore di Latina prigioniero nelle carceri della Guinea Equatoriale. Domenica 18 gennaio verrà esposto uno striscione inneggiante alla sua liberazione.

 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE