Sport

Volley, Santo Stefano coi fiocchi

Latina batte 3 a 1 Padova e assapore il gusto dell'alta classifica

27/12/2014

Un Santo Stefano al Palabianchini per i tifosi della Top Volley, accorsi numerosi anche nel periodo delle festività natalizie e desiderosi di vedere le giocate di Sottile e compagni che finora hanno ben figurato nella prima metà del campionato.
Latina che mette subito le distanze contro la Tonazzo Padova: i pontini, oggi in divisa verde che ben ha portato nelle ultime gare disputate, si portano subito sul sostanzioso vantaggio di 12-4, senza sbavature difensive e un attacco che si conferma ad alti livelli. Parziale che si chiude sul 25-15.
Nel secondo set invece sale in cattedra il Padova: ma è degna di nota lo scambio che ha portato il punto a Latina sul 8-12, quando Sottile decide di piazzare il punto di seconda, interrompendo un valzer di ricezione e attacchi delle due compagini, durato quasi due minuti. È un bel Latina, ma è il Padova ad avere la meglio, vincendo 18-25 e pareggiando il conto dei set.
Terzo. I verdi riemergono e sono devastanti arrivando alla massima distanza di 19-10 e manifestando, così, la propria superiorità in campo. Termina 25-21 e 2-1 per i laziali.
Nel quarto parziale vige un equilibrio punto a punto tra le due squadre, arrivando al 23 pari. Sono i pontini che grazie al muro, oggi in grandissima forma, che sentenziano il 26-24 e la definitiva vittoria per l'ultima del girone d'andata. Sasha Starovic, ribattezzato dallo speaker Baratta "il braccio sinistro di dio", si conferma uomo partita.

"È stata una partita tosta - afferma lo sloveno Tine Urnaut, autore di un'ottima prestazione - perchè venivamo da una bella vittoria a Macerata, e poi Padova ha vinto contro il Piacenza. Nel secondo set dove siamo partiti al massimo, loro hanno giocato molto bene e ci hanno messo in difficoltà. Siamo ripartiti dal terzo e dal quarto set, siamo entrati bene nella partita, abbiamo fatto quello che ci siamo detti, e sono molto contento per questi tre punti."

Entusiasta il presidente Gianrio Falivene:"Dovevamo approcciare una partita che poteva sembrare facile, ma non lo era. Ho detto al loro direttore sportivo che la squadra nei prossimi cinque anni sarà nei primi cinque posti, perché sono tutti ragazzi giovani ma molto bravi. Quindi poteva essere complicato dal punto di vista dell'approccio, ma siamo stati bravi anche a riprenderla, visto quello che era successo nel secondo set."
Positivo anche in previsione della Coppa Italia: "Vediamo chi sarà l'avversaria tra Modena e Macerata. Abbiamo dimostrato di stare bene in campo a Modena e abbiamo vinto contro Macerata: andremo lì a giocarcela comunque, e alla fine tireremo le somme."

Francesco Gagliardi


    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE