Sport

Torneo giovanile di dama e scacchi

Tosi, Aielli, Zerella e Pereira i primi vincitori

14/11/2014

Grande entusiasmo e molti volti nuovi nel primo torneo stagionale di Dama e Scacchi, organizzato dall'Associazione Sport della Mente "IL QUADRATO" di Latina, per il tradizionale Master Giovanile delle due specialità, che si concluderà nella prossima primavera. Svolta a Latina Fiori (Area Spighò),  in una cornice decisamente festosa e  con un tema tipicamente autunnale  (1° Trofeo delle Castagne), la gara, ben diretta da Renato Di Bella e Francesco Tosi, segnava in molti casi l'esordio stagionale dei minicampioncini, che tra torri, cavalli dame e pedine, amano cimentarsi in una attività dai profondi risvolti formativi . Un'attività praticata già da diversi anni, con ottimi risultati, da centinaia e centinaia di giovanissimi (soprattutto nella fascia elementare) al punto da porre Latina in una posizione di assoluta eccellenza, non solo a livello regionale, ma in molti casi anche a livello nazionale. Grande merito nell'opera divulgativa dello Sport della Mente va riconosciuto alla sensibilità di alcune scuole, con i loro Dirigenti Scolastici ed un gruppo di Insegnanti, particolarmente motivati, in prima fila. Un riferimento per tutti è certamente il 5° Istituto Comprensivo di Latina, con i suoi due plessi di via Tasso e piazza Moro, diretto dal Prof. Antonino Leotta, ben coadiuvato dalla Insegnante Responsabile del settore Perla Santucci. Anche quest'anno infatti gli allievi della Piccaro e della Celli, le due scuole del 5° Istituto, si presentano al via stagionale con il ruolo di formazione leader per le competizioni studentesche valide per la qualificazione alla successive fasi regionali e nazionali. C'è da dire, inoltre, che proprio da queste prime competizioni giovanili si va ad alimentare un vivaio che fa da serbatoio per la crescita dell'intero movimento scacchistico generale della nostra provincia. Un percorso seguito da atleti come Edoardo Piccirillo e Danilo Covello, due delle maggiori rivelazioni della passata stagione, che ci andranno adesso a rappresentare al nord, perché trasferiti il primo per motivi di lavoro a Brescia, il secondo per motivi di studio a Torino.

Nella gara d'esordio, sul piano individuale registriamo con molta soddisfazione la netta affermazione di Lucrezia Tosi, una ragazza che abbiamo vista crescere gradatamente acquisendo una sicurezza ed una maturità che fanno ben sperare sulle sue prospettive future anche in campo agonistico federale. Lucrezia è oggi vessillifera, in campo scacchistico femminile, facendo da sprone per una categoria che da noi ha sempre trovato difficoltà nel riuscire a trovare equilibrio e regolarità. Nella fascia delle medie si è imposta con un percorso netto, 5 vittorie su 5 gare giocate con grande autorità. Vano il tentativo del pur ottimo Riccardo Grammatico, altro elemento da seguire con molto interesse, di sbarrarle la strada, e dopo un acceso duello si è dovuto accontentare della piazza d'onore...ma il duello è solo all'inizio. Nella fascia elementare i fratelli Aielli, Francesco e Federico, s'impongono sul resto dei contendenti, se per Francesco, che rappresenta un grande talento cui occorre solo un maggior controllo delle proprie grandi capacità, era un risultato del tutto prevedibile, per Federico (un anno più piccolo del fratello) al suo debutto ufficiale assoluto, rappresenta una vera sorpresa e non si conoscono le sue reali possibilità. Ma militando entrambi nella stessa squadra, il loro risultato va a confermare che anche quest'anno il 5° Circolo sarà la squadra da battere.

Più equilibrio nella Dama, dove la situazione appare ancora molto fluida perché sono in molti a poter aspirare ad un ruolo di primo piano. Questa prima gara fa registrare tra i ragazzi delle medie,la vittoria di Joao Pereira (origini portoghesi), al secondo anno di attività. Più battaglia nelle elementari dove Alessio Zerella s'è portato a casa trionfante la coppa del vincitore, ma a poca distanza da altri possibili avversari, a partire da Alessandro Percuoco, apparso all'esordio ancora un po'  "arrugginito" per la pausa estiva. Ma la sorpresa viene da un gruppo di debuttanti che appaiono in grado di far bene, mostrando alla prima uscita buone attitudini, per potersi imporre. Tra questi la maggiore rivelazione è senza dubbio Patrick Selicato, riuscito a piazzarsi al secondo posto proprio in coppia con Percuoco. Per lui. Che è solo all'inizio ci sono notevoli margini di miglioramento per giocare in futuro un ruolo di primo piano. Tanta grinta e una buona dose d'entusiasmo hanno caratterizzato le gare della componente femminile in cui hanno brillato particolarmente Erica Stringari e Alice Troccolo. Ma bisogna riconoscere che fra i tanti esordienti tutti avranno la possibilità di migliorarsi  e già dalle prossime gare avere la possibilità di salire in graduatoria, verso le prime piazze. Una nota di merito infine per tutti i partecipanti per la correttezza espressa in gioco, improntata alla massima sportività, e di questi tempi  anche questo è già un bel traguardo. 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE