Economia

Tari in ritardo senza interessi

Lo ha deciso il comune di Sezze a patto che il pagamento avvenga entro novembre

06/11/2014

"Nessuna sanzione amministrativa sarà applicata per il ritardato pagamento della prima e seconda rata TARI la cui scadenza è stata fissata rispettivamente per il 15 ottobre ed il 15 novembre 2014, qualora il pagamento delle stesse sia effettuato entro il 30 novembre 2014".

Lo ha comunicato l'Assessore al Bilancio Pietro Bernabei, rendendo noto che l'Amministrazione Comunale è in procinto di approvare una delibera di Giunta che preveda, per l'appunto, l'esonero dal pagamento di sanzioni connesse al ritardato pagamento della prima e seconda rata TARI nell'anno 2014.

L'art. 1, comma 639, della legge 27 dicembre 2013 n. 147 (legge di stabilità 2014) ha istituito l'imposta unica comunale che si compone dell'imposta municipale propria (IMU), del tributo per i servizi indivisibili (TASI) e della tassa sui rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Il Consiglio Comunale, con deliberazione n. 52 del 10/09/2014, ha stabilito il numero delle rate TARI e le relative scadenze secondo le seguenti modalità:

  • prima rata in acconto pari al 50% del tributo TARSU dell'anno precedente, con scadenza 15 ottobre 2014;
  • seconda rata in acconto pari al 50% del tributo TARSU dell'anno precedente, con scadenza 15 novembre 2014;
  • terza rata a saldo della tariffa TARI determinata per l'anno 2014,  con scadenza 31 dicembre 2014;

 

"I pagamenti della TARI - ha spiegato l'Assessore al Bilancio Pietro Bernabei - avvengono mediante modelli F24 inviati dal Comune di Sezze alla residenza o sede dei contribuenti. Tuttavia, a causa di ritardi nella emissione e nella postalizzazione dei modelli suddetti, il recapito a domicilio è avvenuto già dopo la scadenza fissata per la prima rata ovvero dopo il 15 ottobre 2014. E' chiaro che tale inconveniente comporterà automaticamente il ritardato pagamento della tassa, che, però, non può essere certamente addebitato ai contribuenti. Nei prossimi giorni, quindi, l'Amministrazione Comunale adotterà una specifica disposizione per esonerare il cittadino-contribuente dal pagamento di sanzioni connesse al ritardato pagamento nell'anno 2014, qualora il pagamento delle prime due rate TARI sia effettuato entro il 30 novembre 2014".

 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE