Sport

Volley A1, finalmente l'Andreoli vince in trasferta

Gianlorenzo Blengini: "è stato molto faticoso".

03/11/2014

Archivio - Romina Menichelli

Nella quarta giornata della Superlega arriva la prima vittoria in trasferta della Top Volley sul difficile campo di Molfetta. Una lunga maratona terminata al tiebreak per i pontini che hanno dominato in molte fasi della partita come il primo e l'ultimo set non lasciando scampo agli avversari. Due punti che fanno cassa nel forziere della formazione di Blengini, mentre quella di Di Pinto si deve accontentare di uno solo. Partita nella partita quella dei centrali Piscopo e van de Voorde, il primo ha chiuso con 18 punti insieme a Kooistra il migliore dei suoi, il belga con 15, ma entrambi con 7 muri all'attivo.
Latina inizia subito con un grande ritmo e si porta 0-10 allunga 7-20 e chiude sull'8-25. Secondo record di sempre dopo il 7-25 (terzo set) di Martina Franca-Macerata del 3 gennaio 2009 (stessa coppia arbitrale di oggi). Di Pinto ruota la formazione e s'inizia a giocare punto a punto, van de Voorde e Starovic portano l'8-10, ma è Piscopo a muro a rovesciare il parziale 11-10, le due formazioni non riescono a staccare l'avversario e si va ai vantaggi do Kooistra chiude sul 28-26. Il terzo set con i padroni di casa che vanno avanti 9-6 e poi 15-11, ma Latina riesce a recuperare e a rovesciare 17-18, Di Pinto cambia la diagonale inserendo Spirito e Blagocevic, è l'opposto pugliese protagonista con l'ace del 21-19 e i pontini non riescono a colmare il gap e il set si chiude 25-23. Parte bene la Top Volley nel quarto set 1-4, recuperano in fretta i locali portandosi con due muri sul 6-5, un ace di Urnaut, Starovic e un ace di van de Voorde per l'allungo sul 12-16, divario che cresce con Rauwerdink che chiude 21-25. Un assolo di Latina nel tiebreak che si apre con il muro di Rauwerdink (0-2) poi l'allungo con Rossi, Starovic e un muro di van de Voorde 3-9, ancora il belga a segno per il 6-12, quindi Urnaut 7-14 con Starovic che chiude la gara 8-15.

Gianlorenzo Blengini schiera Sottile in regia e Starovic opposto, Rossi e van de Voorde al centro, Rawerdink e Urnaut di banda con Manià libero. Vincenzo di Pinto risponde con Hierrezuelo al palleggio e Kooistra opposto, Piscopo e Candellaro centrali, Noda e Sket schiacciatori, Romiti libero.
Latina inizia subito con uno 0-10: 3 punti van de Voorde (2 muri), 4 Urnaut (1 muro), 2 Starovic e un errore di Candellaro. Dentro Bossi e Spirito. Pallonetto di Piscopo (4-12), contrattacchi di Urnaut e Starovic, 5-16 e Di Pinto chiama tempo. Dentro Puliti, muro di van de Voorde (dentro Hierrezuelo) ed errore Puliti (7-20), muro van de Voorde, doppio ace Urnaut ed errore Molfetta con il parziale che si chiude sull'8-25. Secondo record di sempre dopo il 7-25 (terzo set) di Martina Franca-Macerata del 3 gennaio 2009 (stessa coppia arbitrale di oggi).
Di Pinto conferma il sestetto iniziale ma ruota la formazione, errore van de Voorde e muro Sket (3-0), muro van de Voorde (3-2), errore Starovic (7-5), muro Urnaut (7-7), primo tempo di van de Voorde e contrattacco di Starovic, 8-10 e Di Pinto chiama tempo. Doppio muro di Piscopo (11-10) per il 12-11 del tempo tecnico. Errore di Rossi (15-13), Urnaut di prima intenzione (16-16), contrattacco di Urnaut (19-21), errore di Urnaut (22-22) e Blengini ferma il gioco. Si riprende con un muro di Candellaro, 23-22 e i pontini chiama un altro timeout. Contrattacco Latina (25-26), doppio contro break per il Molfetta, l'ultimo di Kooistra che mette a terra la palla del 28-26.
Terzo set, errore di Urnaut (3-2), muro di Rossi (3-4), doppio muro di Piscopo e ace di Candellaro, 9-6 e i pontini fermano il gioco. Errore di Piscopo (9-8), dentro Skrimov, ace di Noda e contrattacco di Kooistra per il 12-9 del timeout tecnico. Si riprende con un contrattacco di Sket (13-9), muro di van de Voorde (13-11), contrattacco di Kooistra, 15-11 e Blengini chiede tempo. Doppio break pontino con un muro di Rossi (16-14), dentro Del Vecchio, contrattacco di Starovic e doppio errore di Noda (17-18) dentro la diagonale Spirito-Blagojevic, contrattacco Blagojevic (19-18) che poi mette a segno un ace (21-19), ace Sottile e contrattacco di Urnaut (21-22), rientra la diagonale titolare, muro di Piscopo e contrattacco di Kooistra (24-22), il set termina con un invasione sul 25-23.
Il quarto set inizia con tre errori dei pugliesi, Sket, Kooistra e Piscopo, 1-4 e subito timeout. Due muri di Hierrezuelo e Candellaro e poi contrattacco di Sket (6-5), contrattacco di Starovic (6-7), muro di Candellaro (8-7), ace di Urnaut per l'11-12 del tempo tecnico. il gioco riprende con un contrattacco di Starovic (11-13) che poi si ripete prima di ace di van de Voorde (12-16) e Di Pinto chiama tempo. Pipe di Sket (15-17), muro di van de Voorde (17-21) sul 18-21 Blengini ferma il gioco. Muro di Piscopo (19-21), contrattacco di Rauwerdink per il 21-25.
Il tiebreak si apre con il muro, Rauwerdink 0-2 e Di Pinto ferna subito il gioco. Si riprende con Sket che pesta la seconda linea (0-3), sul 3-5 doppio cambio Spirito-Blagojevic, errrore di Sket 3-7 e Molfetta chiede tempo. Si torna in campo con un contrattacco di Starovic, si cambia campo sul 3-8 e rientra la diagonale titolare nell'Exprivia. Muro di van de Voorde (3-9), ace di Sket (5-9), dentro Tailli per la battuta, muro di van de Voorde (6-12), contrattacco di Urnaut (7-14), Starovic mette a terra l'8-15 che vale la partita.

Gianlorenzo Blengini: "è stato molto faticoso. Dopo un primo set dove loro erano troppo brutti per essere veri. Noi siamo stati decisi. Perdere il secondo set ai vantaggi ci ha messo in una condizione mentale negativa. Poi siamo riusciti a girare la partita che non era facile farlo su un campo molto caldo. Fino a quando non ci siamo "incastrati" mentalmente, ci siamo espressi molto bene, ma siamo sempre riusciti a uscirne fuori anche nei singoli. Deve essere l'inizio per un progresso continuo".

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE