Economia

Fondi, voucher per le donne che lavorano

Concessione di Voucher di servizio per la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro delle donne, De Meo: "Un aiuto concreto alle donne"

29/10/2014

L'avviso concorre alla strategia del P.L.U.S. "La Città dei servizi e delle nuove centralità" del Comune di Fondi e finanzia interventi a carattere individuale volti a favorire la permanenza delle donne nel mercato del lavoro. Questa importante misura sociale è stata concepita a sostegno delle madri lavoratrici e delle famiglie, con l'obiettivo prioritario di mettere a disposizione un aiuto economico, erogato attraverso un voucher del valore massimo di 1.000 Euro, spendibile presso strutture che forniscono servizi utili per la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro per coniugare impegni familiari e lavorativi: asili nido 0-3 anni, ludoteche, laboratorio didattico, servizi pre e post-scuola, servizi per persone con disabilità, baby parking.

I servizi dovranno essere fruiti e rendicontati entro il 30 Giugno 2015.
«In questo periodo di particolare difficoltà economica - dichiara il Sindaco De Meo -, con l'erogazione di voucher fino a 1.000 Euro per ciascuna donna lavoratrice il P.L.U.S. si riconferma quale importante strumento di sostegno sociale nella nostra città. Questa misura si aggiunge agli incentivi per le PMI per favorirne la ripresa economica e ai tirocini per gli inoccupati residenti dei quartieri target Portone della Corte e Spinete a sostegno della loro qualificazione professionale».

L'avviso e i relativi allegati sono scaricabili dai siti internet www.comunedifondi.it e www.plusfondi.it, dove sono reperibili anche gli elenchi dei fornitori e dei servizi offerti, con l'ubicazione delle strutture.

Possono risultare beneficiarie di voucher le donne che siano in possesso dei seguenti requisiti:
a) avere a carico figli minori di 14 anni (compresi i minori affidati) e/o disabili se coniuge, parenti o affini fino al 3° grado, ai sensi degli artt. dal 74 al 78 del Codice civile (genitori, figli, nonni, nipoti, fratelli e sorelle, suoceri, cognati);
b) avere residenza nel territorio del Comune di Fondi;
c) essere lavoratrici dipendenti, autonome o assunte con contratto di lavoro atipico ad eccezione delle prestazioni occasionali accessorie;
d) se immigrate extra UE, essere in possesso di regolare titolo di soggiorno;
e) abbiano un reddito ISEE 2013 - certificato da un Centro di assistenza fiscale - non superiore ad € 40.000,00. 

I requisiti indicati dovranno persistere per tutta la durata del servizio richiesto.
Utilizzando la modulistica reperibile online, le donne lavoratrici potranno formulare domanda -entro il 28 Novembre 2014- secondo le indicazioni e con i relativi allegati, da consegnare esclusivamente a mano e in un plico chiuso al Comune di Fondi - Settore III - Servizi alla Persona, specificando sul plico "Progetto PLUS del Comune di Fondi - Sportello di Conciliazione Sociale - Voucher di servizio per la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro delle donne". 

Alla scadenza dei termini dell'Avviso Pubblico il Comune procederà alla verifica della completezza e della regolarità delle domande delle richiedenti e provvederà all'elaborazione di una graduatoria che sarà pubblicata sul sito www.plusfondi.it.
Uno sportello informativo dedicato, sito al pianterreno della Casa comunale, sarà a disposizione delle donne nei giorni Martedì (ore 9.30-12.30) e Giovedì (ore 15.00-17.00) dal 30 Ottobre al 27 Novembre 2014.

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE