Sport

Boxe - Grande successo del 1° Memorial Libertini vinto da Sarchioto

Accedono agli italiani giovanili Marchetto e Capoccia della Boxe Latina

08/10/2014

Solo emozioni forti nella serata conclusiva del 1° Trofeo Mario Libertini, fase regionale dei campionati Italiani Schoolboys, Junior e Youth. L'essenza del pugilato giovanile, che ha fatto bella mostra sul ring dell'ASD Boxe Latina, in via Aspromonte, nel corso della tre giorni del 26, 28 settembre e 5 ottobre. Mesi di lavoro intenso nel mettere a punto ogni dettaglio, per rendere il Palaboxe "Città di Latina" la vetrina della boxe regionale. L'ultima riunione ha assegnato i posti in palio, che mancavano per definire la griglia dei pugili del Lazio partecipanti ai Campionati Italiani in programma per Schoolboys e Junior a Barge (Cuneo 31 ottobre-2 novembre), per gli Youth a Trevi (Perugia, 21-23 novembre). E i risultati si sono visti, la macchina organizzativa si è dimostrata impeccabile, una grande risposta all'invito di ospitare l'evento, rivolto dal Comitato Regionale della Federazione Pugilistica Italiana. E la riposta degli appassionati ha confermato l'attesa intorno al movimento pugilistico, specie nella prima fase della carriera degli atleti, che hanno un'età compresa fra i 13 e i 18 anni. Di anni ne ha 17 Giovanni Sarchioto (Imperium Boxe Anzio), il pugile Youth 75 Kg, al quale è andato il 1° trofeo Mario Libertini. La prima edizione fortemente voluta dalla famiglia Libertini per onorare la memoria del compianto dirigente di boxe, nato a Priverno e adottato dal capoluogo pontino, dove è stato per anni presidente dell'ASD Boxe Latina. Premiate capacità tecniche e atteggiamento fuori dal ring, secondo il: "Binomio sport e vita - commenta Marco Libertini -, linee guida che mio padre ha sempre seguito prima come pugile e poi come dirigente». "Una grande serata - continua il presidente ASD Boxe Latina Francesco Prezioso -, che conferma quanto il lavoro dello staff sia proficuo e ripaga i sacrifici, che questa società sostiene da quasi 60 anni". "Un esperienza da ripetere - conclude Carmen Casu dello staff organizzativo -, è un dovere morale verso Mario Libertini e questi ragazzi". Durante la cerimonia di premiazione il sindaco Giovanni Di Giorgi è intervenuto sulla questione intitolazione del Palaboxe, confermando che è partito l'iter necessario per intitolare la struttura di via Aspromonte a Mario Libertini. Il tempo necessario per adempimenti burocratici e poi la città ricorderà uno dei suoi alfieri dello sport, nella casa dell'ASD Boxe Latina, la storia del pugilato pontino.

 

 

Redazione ParvapoliS

    Tag

    Boxe, Latina

    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE