Cronaca

Hotel Garden, il classico albergo d'affari

Tanti personaggi hanno frequentato la struttura di via del Lido

11/09/2014


L'Hotel Garden fu costruito a Latina, in via del Lido, nel 1967, su iniziativa di Roberto Calvani, intermediario immobiliare, consigliere comunale della Democrazia Cristiana,di origine sermonetana, sempre presente allo stadio comunale a tifare neroazzurro, attivo anche tra le associazioni dei commercianti. Era molto conosciuto in città, in un momento di vero e proprio boom economico pensò di potenziare le strutture ricettive con una location sicuramente di buon livello per quei tempi, con tanto di piscina scoperta e campi da tennis in terra battuta. Roberto Calvani era un vero e proprio personaggio poliedrico, mentre il fratello Vittorio, classe 1939, si distingueva nel calcio ad alto livello con le maglie di Reggiana, Palermo, Genova, Bari, Livorno, Lanciano. Era cresciuto nel settore giovanile della Forti e Liberi, la squadra del Campo Boario, poi fu notato dal migliore talent scout dell' epoca Walter Crociani. I Calvani erano presi da alti e bassi sul piano economico, con Roberto spesso alle prese con problemi di salute che lo portarono alla morte prematuramente. A metà degli anni settanta era facile trovare nella hall il presidente onorario del Latina Calcio Eugenio Cassinari, un uomo eclettico che vestiva con una vistosa pelliccia di leopardo, non disdegnando di affittare un aereo privato a Ciampino per bere un aperitivo a Montecarlo con i suoi amici più cari, specialmente la domenica. Erano gli anni della "Latina da bere", con il ristorante Fioretto di Nilo Sangiorgi che faceva da cassa di risonanza. Il Garden piaceva alla gente in cerca di successo che non mancava di organizzare feste o usufruire della sala riunioni, con tanto di lavagna magnetica. Nel 2002 fu acquistato dall'imprenditore di Giulianello Antonio Sciarretta, proprietario di cliniche, che aveva intenzione di trasformarlo in casa di riposo per anziani, ma non ottenne dall'amministrazione comunale il cambio di destinazione d'uso. Sciarretta trovò subito un compratore in Alberto Veneruso, giovane rampante che aveva fondato la Meccano Aeronautica a Cisterna, dopo la fuga della Good Year. La ristrutturazione del Garden avvenne quasi immediatamente, un look più moderno, molto apprezzato dal mondo imprenditoriale e dalle formazioni sportive.Il Garden era il classico albergo d'affari, classificato di terza categoria e frequentato da professori, impiegati, rappresentanti di commercio e anche da piccoli gruppi di turisti come testimoniato dalle tante calcomanie fissate sulla vetrina di ingresso e nella hall. Disponeva di tutte camere con bagno e di un ampio salotto dove i rappresentanti, talvolta, facevano dimostrazione dei loro prodotti.Il ristorante fu chiuso abbastanza presto, il bar era molto frequentato, la piscina fu coperta con un pallone pressostatico e data in gestione all'Ambranuoto di Roberto Pellegrini e Silvano Spagnoli.

Paolo Iannuccelli

    Tag

    Latina

    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE