Sport

Top Volley Latina, al lavoro da oggi lo staff sanitario

Controllo dei giocatori dopo una lunga vacanza

18/08/2014

Il medico sociale Amedeo Verri


Comincia quest'oggi il raduno della TopVolley Latina in vista del prossimo campionato di Superlega di A1. Saranno giorni che alternati alla preparazione fisica e tecnica vedranno all'opera soprattutto lo staff sanitario uno dei più longevi del mondo del volley. A guidare il tutto il medico sociale Amedeo Verri insieme all'ortopedico Gianluca Martini, il podologo Alessandro Russo, l'osteopata Giacinta Milita e il Fisioterapista Vincenzo Annarumma e la consulenza del cardiologo Damiano Coletta.

Per Amedeo Verri il rapporto con la pallavolo è molto datato nel tempo: "Stiamo programmando una nuova stagione, la quattordicesima per me a fianco del Latina. Ci troviamo pronti ad organizzare un programma di prevenzione degli infortuni muscolari e posturali insieme al preparatore e al fisioterapista. L'obiettivo continua ad essere quello di migliorarci dal punto di vista della prevenzione e del recupero dei traumi, cercando di accorciare al massimo i tempi di recupero. Lo staff si è consolidato negli anni maturando un bagaglio di conoscenze che possiamo mettere a disposizione del club. Inizieremo la stagione con le visite preventive e di routine che verranno verificate periodicamente durante la stagione".

Gianluca Martini è l'ortopedico di fiducia della società pontina: "Sono anni che sono in società e cerco di dare il mio contributo al buon esito di una stagione. Lo scorso anno non abbiamo avuto infortuni importati si sono risolti nel recupero di distorsioni alla caviglia, traumi casuali. Quest'anno si riparte da zero con un nuovo tecnico e con un notevole ricambio di atleti. Augurio è sempre il solito, quello di avere meno lavoro possibile. Se ciò non dovesse verificarsi interveremo. La cosa importante è l'opera di prevenzione, che viene concordata insieme al preparatore tecnico e all'allenatore".
Molto importante sarà il lavoro dell'osteopata Giacinta Milita: "Anche quest'anno, come nei precedenti, la preparazione inizia con tutte le visite mediche e quindi anche la visita osteopatica. Ciò che ci contraddistingue come società è che la visita fisioterapica e osteopatica serviranno per programmare un lavoro di prevenzione sull'atleta. Lo screening osteopatico permette di valutare caso per caso, tenendo conto delle singole caratteristiche posturali così come di eventuali infortuni subiti precedentemente. Tutto ciò porta ad un programma personalizzato di prevenzione e di supporto a tutto lo staff tecnico. Un lavoro coordinato di equipe il cui obiettivo è prevenire infortuni e che nel corso degli anni ha sempre dato i sui frutti".
Di rilievo l'opera del podologo Alessandro Russo: "Come al solito faremo un'analisi biomeccanica con una pedana parofotometrica (che rileva il ciclo del passo) e in base all'esito della valutazione andremo ad intervenire con eventuali plantari o solette propriocettive per le problematiche dell'appoggio. Questo per aiutare l'atleta nello sforzo agonistico e nella postura in generare, per non andare ad affaticare la muscolatura più sollecitata".
Giorno dopo giorno sarà insieme ai ragazzi il fisioterapista Vincenzo Annarumma: "Questo che inizia sarà il mio nono anno. Per me sarà una bella esperienza lavorare con un tecnico giovane e preparato come Blengini, che ho avuto il piacere di conoscere a giugno quando ci siamo già confrontati su temi sulla preparazione e prevenzione fisica dei ragazzi. Ringrazio la società per la fiducia e lo sforzo che ha fatto quest'anno".

 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE