Economia

Attività dello studio interdetta. Il notaio Valente sostituisce Becchetti

Precisazione del Consiglio notarile dopo la sospensione al collega notaio Enzo Becchetti

05/08/2014

In relazione a quanto apparso nei giorni scorsi negli articoli di stampa, il Consiglio notarile di Latina tiene a precisare che al notaio Enzo Becchetti con sede in Latina è stata comminata dalla Co.Re.Di. notarile Regione Lazio (Commissione regionale disciplinare) la sanzione disciplinare della sospensione dell'attività professionale per 1 anno, con applicazione in via cautelare nella sospensione di mesi 6 con effetto afflittivo immediato a decorrere dal 21 luglio 2014, in esecuzione al provvedimento di primo grado emesso in data 11 luglio 2014 dall'organo disciplinare di cui sopra, che ha competenza per tutti gli illeciti disciplinari riguardanti i notai appartenenti ai distretti notarili facenti parte della Corte d'Appello di Roma; l'illecito disciplinare riguarda il reiterato tardivo pagamento di imposte e oneri tributari riguardanti atti stipulati dal notaio Becchetti nei confronti dell'Agenzia delle Entrate di Latina e non l'omesso pagamento dei medesimi; il provvedimento non riguarda altri rilievi disciplinari contestati ad atti stipulati dal notaio Becchetti ovvero altri procedimenti istruiti dalle competenti autorità in qualsiasi altra sede. Pertanto allo studio notarile Becchetti sito a Latina in piazza del Mercato è attualmente interdetta e preclusa ogni tipo di attività notarile tranne quella del rilascio delle copie riguardanti atti già stipulati e le pubblicazioni testamentarie, per i quali atti è stato a norma di legge nominato dal presidente del Consiglio notarile di Latina -con decorrenza 21 luglio 2014- il notaio Vincenzo Valente, delegato alle sole funzioni di cui sopra. 

Il Consiglio notarile a norma di legge vigila sul corretto andamento del notariato pontino e dell'attività di tutti i suoi iscritti.

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE