Economia

GAP, due nuovi bandi per la pesca

Sono stanziati fondi per 142mila euro per il "pescato povero"

02/07/2014

Il GAC, Gruppo di Azione Costiera "Mar Tirreno pontino e Isole ponziane", ha presentato questa mattina presso gli uffici di Gaeta della Camera di Commercio di Latina due bandi a valere sul FEP 2007/2013.

Per la misura 4.1.2, "Aggiungere valore ai prodotti della pesca", sono previsti fondi per circa 142.000 euro, destinati a micro, piccole e medie imprese operanti nel territorio di pertinenza del GAC, cioè nell'area meridionale della provincia di Latina, fra la foce del fiume Amaseno (Terracina) e la foce del fiume Garigliano (Minturno).
Tale azione ha l'obiettivo specifico di valorizzare la produzione e la commercializzazione del prodotto ittico locale, che per la maggior parte rientra nell'ambito del cosiddetto "pescato povero".
La misura 4.1.3, finalizzata a Rafforzare la competitività delle zone di pesca, prevede, invece, uno stanziamento di 160.000 euro ed è rivolta a Organizzazioni di produttori, cooperative, consorzi, organismi pubblici, organizzazioni professionali riconosciute.
L'obiettivo è l'attuazione di una politica di qualità, di valorizzazione e di promozione nonché di sviluppo di nuovi mercati per i prodotti della pesca e dell'acquacoltura e campagne di promozione rivolte ai consumatori.
"Nell'ambito delle nostre 4 mission" ha commentato il Presidente del GAC Mauro Macale "abbiamo deciso di partire da due bandi che mirano ad aumentare la competitività del pescato locale e a valorizzare le produzioni tipiche. Il pescato del territorio non ha un'adeguata collocazione sul mercato. Questa condizione di scarsa competitività trova la sua origine in una serie di fattori strutturali ed economico-sociali che interessano tutti i segmenti della filiera e che incidono negativamente sui costi di produzione e sulla qualità dei prodotti. L'accesso ai mercati delle piccole strutture produttive deve far leva, inoltre, sull'immagine delle produzioni tipiche presso il grande pubblico dei territori coinvolti. Ecco perché abbiamo intenzione di lanciare un marchio identificativo del pescato povero, in grado di valorizzarne e promuoverne le enormi caratteristiche nutrizionali. La riscoperta della tradizione locale può rappresentare un veicolo per valorizzare il pescato sia nell'ambito della ristorazione, nonché per favorire la diversificazione e l'attivazione di metodi innovativi di commercializzazione".
"Nell'ambito del progetto di promozione e sostegno all'Economia del Mare che come Camera di Commercio di Latina stiamo portando avanti attraverso lo Yacht Med Festival" ha aggiunto il Presidente della Camera di Commercio di Latina Vincenzo Zottola "la pesca ha assunto fin da subito un ruolo cruciale. Si tratta di un settore di grandissimo rilievo, non solo economico ma anche culturale, che insiste su aree territoriali di grande pregio ambientale e di straordinaria tradizione. Questi bandi del GAC rappresentano un'opportunità per le piccole realtà imprenditoriali operanti lungo la costa della provincia di Latina. E' importante sottolineare come proprio da Gaeta e proprio dalla pesca è partito il primo laboratorio nazionale finalizzato alla semplificazione delle procedure, che abbiamo attivato insieme al Comando Generale delle Capitanerie di Porto e che sta già dando i suoi primi risultati".

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE