Eventi & Cultura

Al Premio Luigi De Rosa ricordato Ezio Tarantelli

Domani alle 17 a cura dell'Associazione Araba Fenice presenti la moglie ed il figlio

23/05/2014

Proseguono gli incontri su cinema e terrorismo nell'ambito del Premio nazionale di storia contemporanea "Luigi Di Rosa". Domani alle 17 presso il centro polifunzionale "Le Colonne di Tito" in via Roma, a Sezze, l'associazione culturale no profit "Araba Fenice" ricorderà la figura dell'economista italiano Ezio Tarantelli, ucciso nel 1985 dalle Brigate Rosse. Al termine di una lezione alla facoltà di Economia e Commercio dell'Università "La Sapienza" di Roma, due brigatisti agiscono con una mitraglietta contro il professore, nel parcheggio dell'ateneo.
Interverranno la moglie e il figlio di Ezio: Carole Beebe e Luca, che nell'occasione proietterà il suo documentario "Ezio Tarantelli. La forza delle idee".
A coordinare l'incontro Piero Badaloni, giornalista di Rai 1.
Il premio, giunto quest'anno alla sua quarta edizione, gode del patrocinio del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, della Regione Lazio e del Consiglio Regionale, del Comune di Sezze e della collaborazione con "Misteri d'Italia" (www.misteriditalia.it). Scopo della manifestazione è quello di ricordare Luigi, un giovane concittadino ucciso il 28 maggio 1976 dopo il comizio del parlamentare del MSI Sandro Saccucci. Ma è anche quello di approfondire la ricerca storica nell'arco temporale che va dal 1968 al 1980, con particolare attenzione ai cambiamenti sociali e culturali, ai movimenti politici, ai fenomeni eversivi e terroristici che hanno segnato la storia della Repubblica italiana e quindi ricordare tutte le vittime degli "anni di piombo".

A partecipare sarà anche Mariella Di Rosa, sorella di Luigi e presidente onorario del premio.

L'ingresso è libero.

 

Redazione ParvapoliS

    Tag

    Sezze

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE