Sport

Top Volley, si parla di allenatore, giocatori e palazzetto

Polemiche sul progetto di ristrutturazione dei campionati (Il progetto ufficiale)

30/04/2014

Da dove vogliamo partire?. Dalle difficoltà per la Top Volley, ormai ex Andreoli, a trovare un main sponsor per il prossimo campionato di A1?. Dall'obbligo di trovare un allenatore?. Dall'obbligo di ristrutturare il gruppo giocatori anche per l'insoddisfacente campionato appena concluso?. Dal progetto della Lega di pensare ad una nuova organizzazione dei campionati?.
Tralasciando l'aspetto economico che è sul punto di trovare soluzione parliamo dell'aspetto tecnico.
Per quanto concerne l'allenatore sembra sempre più probabile che il papabile numero 1 a sedere sulla panchina pontina sia Gianlorenzo Blengini nelle ultime tre stagioni a Vibo nel Tonno Callipo. Ma bisogna andare sempre con i piedi di piombo sulle mosse della dirigenza pontina.
Parco giocatori: Daniele Sottile, Todor Skrimov, Daniele Tailli, per loro contratto in mano, Carmelo Gitto, anche se è in scadenza, dovrebbero rimanere a Latina, mentre Candellaro e l'opposto Michalovic, che hanno un altro anno di contratto, dovrebbero andare in altra squadra. In via Don Morosini si sta cercando di rinnovare il rapporto con Peter Verhees mentre, quasi sicuramente, il quasi è d'obbligo per manca qualsiasi comunicato societario, non saranno confermati Sergio Noda ed Andreas Fragkos. Potrebbe rimanere come secondo palleggiatore Matteo Paris e gli altri?. Potrebbe rientrare Rauwerdink nel ruolo di ricevitore-schiacciatore, mentre per il ruolo di libero, a sostituire Rossini andato a Modena, continua a rimanere alta l'attenzione sul 24enne Federico Tosi, protagonista di un ottimo campionato a Città di Castello. E Starovic?. La società lo vorrebbe ma bisogna fare i conti con i costi di un atleta che non avrebbe difficoltà a trovare un'altra squadra.
Veniamo, poi, alla ristrutturazione dei campionati che ha provocato negli ultimi giorni tanti scalpore anche se è stato presentata un mese fa, il 2 aprile per la precisione, alla Federazione Italiano Pallavolo.

L'ultimo ad intervenire è stato il sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi con questa nota: "Ho appreso con stupore quanto riportato dai media nazionali sulle dichiarazioni dell'a.d. della Lega Pallavolo Serie A, Massimo Righi, di esporre alla Federazione l'ottima idea legata a una Super Lega, ma che tra i requisiti minimi contiene la richiesta di un palazzetto con una capienza da 3500 posti. Si tratta di una decisione che a mio avviso è priva di riferimento alla realtà attuale del campionato maschile della massima serie del volley italiano, dal momento che, dati alla mano, è facile constatare che quasi mai la media degli spettatori che si raggiungono per partita nei palazzetti dello sport italiani supera le 1500 unità, dato che si allontana di parecchio dalla proposta numerica di capienza avanzata della Lega.

Per quanto riguarda la situazione locale, la media della Top Volley Andreoli Latina è di circa 500 spettatori a Latina, un dato desolante, soprattutto se confrontato con le capacità di questa società e di questa squadra e per i ragguardevoli risultati raggiunti negli ultimi anni e a cui va la riconoscenza e i complimenti di tutta la città per i traguardi che ci stanno regalando.

Trovo assurdo che venga imposto alle società e quindi agli enti locali di investire in impianti sportivi da 3500 posti, quando poi la realtà dei fatti e della partecipazione è ben lontana da questi standard, nonostante l'importanza che riveste il volley nel panorama sportivo internazionale.

Il Comune di Latina è disposto a venire incontro alle esigenze di un eventuale privato che voglia investire in un nuovo palazzetto sportivo, anche attraverso delle concessioni di terreni comunali, nel rispetto ovviamente delle norme vigenti. D'altra parte è bene sottolineare come l'Amministrazione non sia in grado di affrontare questo investimento autonomamente, senza socio privato, perché non ha somme di tale portata.

Rinnovo comunque la mia disponibilità e quella di tutta l'amministrazione comunale ad affiancare eventuali progetti privati destinati alla realizzazione di un nuovo palazzetto dello sport".

Concordiamo in larga parte su quanto detto dal primo cittadino con alcune precisazioni.
Per dovere di cronaca la media annuale degli spettatori della Top Volley è stata di circa mille spettatori a partita. Non è molto ad onor del vero!.
Altra precisazione viene dalla lettura del progetto ufficiale: il numero di posti previsti negli impianti è, meglio dire sarà perché il progetto dovrebbe partire dal 2017-2018, di 3000 posti ma fino alla stagione 2016-2017 si potrà partecipare con 2000. Un campionato stile americano con le franchige, quindi. Ma dove sono le 16 società che dovrebbero iscriversi?
A nostro modo di vedere, si tratta di soluzione impraticabile in Italia in un momento di notevole congiuntura economica a parte il fatto che si vorrebbe aprire maggiormente al mercato estero con, quindi, una sempre minore presenza di atleti italiani. E la nazionale che fine farebbe?. Certo non ci saranno retrocessioni che quest'anno ha portato alla riduzione dei costi ma soffrirebbero i campionato minori e non solo.

VANTAGGI (Per Volleyball)
Programmazione lungo periodo
Programmazione economico / finanziaria
Possibilità di investimenti immobiliari
Regole certe
Medesima identità e visione dei proprietari già presenti
Distribuzione territoriale omogenea

SVANTAGGI
Superare il concetto meritocratico di promozioni/retrocessioni
Rischio di perdere piccole realtà.
Costi di ingresso alti
Impiantistica carente
Organizzazione dei campionati di serie inferiore.

 

 

Gabriele Viscomi


    Tag

    Latina, Pallavolo

    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE