Cultura

A Mauro Cascio la Selezione Editoriale Victor Hugo

A Pesaro un importante riconoscimento per il filosofo pontino

23/01/2014

«Filosofia massonica», il penultimo libro del filosofo pontino Mauro Cascio, edito nel 2012 da Bastogi ed introdotto da Alessandro Cecchi Paone ha vinto la Selezione Editoriale Victor Hugo dedicata ogni anno alle migliori pubblicazioni nell'ambito degli studi latomistici. Se in «Al divino dall'umano», il lavoro successivo, l'attenzione era tutta nel tentativo di capire le radice teoretiche dell'Occidente, di come in definitiva l'uomo ha cercato di comprendere il mistero della vita, con la scienza, con la fede, con la ragione, «Filosofia massonica» voleva in sostanza dire che non c'è quasi differenza tra Massoneria e Filosofia, che anzi è impossibile immaginare la prima senza la seconda, che la Massoneria, al di là dei travisamenti e delle deviazioni e delle patologie, non è altro che una Filosofia in movimento, un'ansia di penetrare i misteri e i segreti delle cose e del mondo. E se tanti filosofi e uomini di cultura sono transitati nelle Logge europee - da Lessing a Voltaire, da Goethe a Schelling, da Fichte a (probabilmente) Hegel - ci sarà un perché. Quello di Mauro Cascio è uno studio appassionato. "Uno stile non accademico, ma originalmente dotto" scrisse di lui il Corriere della Sera. E in «Filosofia massonica» c'è uno dei Cascio più convincenti.

Rita Bittarelli

    Tag

    Cultura, Latina

    Altre notizie di cultura

    ELENCO NOTIZIE