Economia

Zottola: "A giugno 2013 i crediti alle imprese scendono del 15%"

04/12/2013

Di seguito una nota del Presidente di Confcommercio Lazio e Latina, Vincenzo Zottola, di commento alla presentazione della Regione Lazio delle misure di accesso al credito in favore delle imprese:

«Le misure presentate dalla Regione Lazio in materia di accesso al credito certamente concorreranno a colmare una situazione finanziaria ad oggi molto grave.
Guardiamo con particolare favore alla scelta di riorganizzare la governance regionale e di individuare, attraverso strumenti esistenti, nuove possibilità da offrire in particolare alle PMI della Regione. Gli accordi con il Fondo Centrale di Garanzia, la Banca Europea degli Investimenti e l'ABI vanno in questa direzione. Speriamo che gli istituti eroganti rispondano immediatamente in maniera coerente con quanto programmato dal presidente Zingaretti, allentando le maglie di accesso al credito e sostenendo quelle progettualità virtuose delle imprese in grado di generare valore per se stesse e per il proprio territorio.
Gli ultimi dati elaborati dall'Osservatorio economico della Camera di Commercio di Latina Osserfare raccontano una situazione in continuo peggioramento. A giugno 2013 i crediti alle imprese nel Lazio risultano diminuiti del 15% sui 24 mesi.
Il calo dei prestiti ha penalizzato in misura sensibilmente più accentuata le realtà più piccole. A Latina tale dato è addirittura più accentuato: mediamente le imprese con meno di 20 addetti hanno potuto accedere al 6% in meno di risorse finanziarie (circa 60 milioni di euro medi), mentre nel Lazio e in Italia la flessione risulta dimezzata (intorno al 3%).
La contrazione dell'attività economica si è riflessa sul grado di rischiosità del credito alle imprese, il che ha determinato tensioni crescenti sulla qualità degli impieghi: le sofferenze in provincia di Latina superano i mille milioni di euro, per una crescita sui 12 mesi (da giugno 2012) che supera le due cifre decimali (+12,5%); le dinamiche a livello regionale sono altrettanto significative (+14,9%).
Il rapporto tra le sofferenze e i finanziamenti erogati si conferma in crescita considerevole, mantenendosi sui valori a due cifre cui il nostro territorio è storicamente abituato: a marzo 2013 il rapporto in provincia di Latina si attesta al 12,7%, valore nettamente superiore sia ai livelli regionali (4,3%), che nazionali (6,6%). Insomma solo con una convergenza istituzionale, associativa, imprenditoriale e bancaria è possibile invertire una tendenza che rischia di schiacciare i più piccoli».

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE